Aggressione Daisy Osakue – Parla il presidente Giomi: “gesto imbecille e vigliacco”

SportFair

Il duro sfogo di Alfio Giomi, presidente FIDAL, dopo l’aggressione all’atleta Daisy Osakue 

In riferimento a quanto accaduto la scorsa notte all’azzurra  Daisy Osakue a Moncalieri (TO), ascoltato il racconto dell’atleta, e preso atto con ovvio sollievo delle sue buone condizioni generali di salute, il presidente FIDAL Alfio Giomi dichiara quanto segue: “Daisy è stata vittima di una aggressione che intendo definire nell’unico modo possibile, ovvero, imbecille e vigliacca. Non so se si sia trattato di una aggressione razzista, saranno le autorità competenti a chiarire i contorni della vicenda, ma certamente si tratta di un fatto orribile, da qualsiasi punto di vista lo si voglia guardare. L’Atletica Italiana ha tra i suoi valori fondanti l’integrazione, e da sempre il nostro movimento opera affinché tutti coloro che la vivono si sentano sempre nel posto giusto. Daisy, a sua volta, è un punto fermo della nostra atletica, orgogliosamente azzurra fin dal suo debutto, e da sempre schierata a difesa dei diritti civili. Sono certo che tutta l’Atletica Italiana sia in questo momento idealmente al suo fianco, le esprima piena solidarietà e la sostenga nel suo sogno di atleta azzurra”.