Pensioni: Damiano, ok Di Maio su quota 100 ma rischio penalizzazioni (2)

(AdnKronos) – Inoltre, per Damiano, “non bisogna dimenticare sempre per queste 15 categorie di lavoratori, che svolgono attività gravose, c’è anche il blocco dell’aggancio dell’età della pensione all’aspettativa di vita. Eliminare l’Ape sociale sarebbe, dunque, molto dannoso per una vasta platea di lavoratori. Si tratterebbe, al contrario, di renderla strutturale. Se poi questa scelta dovesse cancellare anche l’Ape volontaria, che prevede alcune penalizzazioni, toglieremmo la possibilità di andare in pensione a 63 anni con soli 20 di contributi. è una possibilità che favorisce chi ha svolto lavori discontinui, in particolare le donne”.
“Come si vede, le pensioni vanno maneggiate con cura, altrimenti si può peggiorare la situazione. Infine, per quanto riguarda i 41 anni di contributi, sono d’accordo. Era una norma contenuta nella proposta di legge Damiano-Gnecchi che ha trovato nella scorsa legislatura una risposta parziale”, conclude.