MotoGp – Lorenzo si toglie i sassolini dalle scarpe, Dovi recrimina e Rossi si gode il podio: le parole del parco chiuso

Jorge Lorenzo, Andrea Dovizioso e Valentino Rossi esprimono nel parco chiuso le proprie sensazioni subito dopo il Gp del Mugello

Una pazzesca doppietta, un trionfo in rosso che trasforma il Mugiallo in… Murosso. La Ducati fa la voce grossa, Jorge Lorenzo vince il Gp d’Italia, precedendo sul traguardo il compagno di squadra Andrea Dovizioso e la Yamaha di Valentino Rossi.

jorge lorenzo
AFP PHOTO / JEAN-FRANCOIS MONIER

Una prestazione pazzesca quella del maiorchino, che porta a 24 il numero di vittorie ottenute rimanendo al primo posto dall’inizio alla fine, un numero clamoroso che potrebbe permettergli di strappare un rinnovo di contratto apparso finora alquanto improbabile. “molti dicevano che il mio metodo non era quello giusto, ma quando il team mi ha dato un nuovo serbatoio mi son sentito più a mio agio in sella alla Desmosedici. Oggi nessuno è riuscito più a riprendermi e ho vinto, è speciale vincere qui con la Ducati. E’ un sogno“. Non proprio soddisfatto al 100% Andrea Dovizioso: “credo che abbiamo fatto una decisione sbagliata sull’anteriore, non sono riuscito a spingere fin dal primo giro. Non riuscivo a stare con Jorge, ha fatto una gara perfetta, alla fine ho finito anche il posteriore ma il vero limite era all’anteriore. E’ stato un weekend molto difficile per noi, alla fine andiamo a casa con 20 punti e il campionato ha una situazione un pochino migliore. Ringrazio la Ducati, la doppietta al Mugello è qualcosa di fantastico e la potenza sul rettilineo ci ha aiutato davvero“.

valentino rossi
/ AFP PHOTO / FILIPPO MONTEFORTE

Felice invece Valentino Rossi:sono davvero contento perché è stata una gara difficilissima. Abbiamo dovuto gareggiare con la gomma dura, sapevamo che sarebbe stata difficile perché soprattutto sull’anteriore abbiamo faticato molto. Alla fine per me è stata la scelta giusta, perché nella seconda parte di gara gli altri con la soft hanno avuto problemi e io sono riuscito a recuperare. Ho dovuto comunque spingere fino alla fine perché Iannone non ha mollato un centimetro, ma sono contentissimo perché torno sul podio qui al Mugello ed era il mio obiettivo“.