MotoGp, clamoroso retroscena relativo all’incidente di Pirro: il pilota Ducati non aveva l’airbag sulla tuta

Sarebbero potute essere ben più gravi le conseguenze dell’incidente occorso a Michele Pirro al Mugello, il pilota della Ducati era infatti in pista con una tuta non dotata di airbag

La frenata, la ruota posteriore che si blocca e lo slancio verso l’alto, concluso con una botta terrificante contro l’asfalto. Un incidente pazzesco per Michele Pirro quello avvenuto nel corso delle FP2 del Gp del Mugello, una caduta rovinosa che ha costretto il pilota della Ducati al ricovero presso l’ospedale Careggi di Firenze.

Vari traumi e la sublussazione della spalla le conseguenze dell’incidente, che avrebbero potuto essere ben più gravi considerando che Pirro in quel momento non aveva l’airbag installato sulla sua tuta. Un retroscena clamoroso che rende il pilota italiano quasi un miracolato, vista la tremenda botta con l’asfalto. L’airbag è obbligatorio per tutti i piloti, tranne che per le wild card, ma Pirro lo ha comunque usato nel corso della prima sessione di libere, mettendola poi ad asciugare per il pomeriggio. Nel momento di indossarla, però, il ducatista ha deciso di usare la seconda tuta senza airbag installato, andando incontro a quell’incidente che ha chiuso anzitempo il suo week-end del Mugello per fortuna senza particolari conseguenze.