MotoGp, sospiro di sollievo per le condizioni di Pirro: svelate le possibili cause del terribile incidente

A causare l’incidente di Pirro potrebbe essere stata un’intensa frenata del pilota che ha bloccato la ruota anteriore della Ducati

E’ impressionante la caduta di cui è stato protagonista Michele Pirro durante la seconda sessione di prove libere del Gp d’Italia. Il terzo pilota Ducati è stato sbalzato in aria dalla sua Ducati, creando apprensione tra tutte le persone presenti sul circuito italiano (QUI IL VIDEO).

michele pirro
AFP PHOTO / FILIPPO MONTEFORTE

Pirro è rimasto in stato di incoscienza per qualche minuto, ma con l’intervento dei soccorsi in pista ha ripreso prontamente i sensi ed è stato poi trasportato al centro medico per essere successivamente trasferito in ospedale a Firenze per ulteriori accertamenti. La TAC non ha evidenziato ulteriori complicazioni di rilievo, ma il pilota rimarrà comunque in osservazione fino a domani. Intanto, cominciano a farsi le prime ipotesi sulle cause che hanno portato all’incidente del ducatista. La sensazione è che la moto non abbia frenato al primo impulso del pilota (le pastiglie potrebbero essersi aperte proprio al passaggio sul dosso), dunque Pirro ha aumentato l’intensità della frenata causando il bloccaggio della ruota anteriore. Pochi attimi ed ecco il volo ad una velocità di oltre 300 km/h, concluso con una botta terrificante a terra che ha fatto temere il peggio. Fortunatamente Pirro adesso sta bene, possiamo tirare tutti un grosso sospiro di sollievo.