Libri: al via Una Montagna di Libri a Cortina D’Ampezzo (4)

(AdnKronos) – (Adnkronos) – #MeToo, censura e libertà nell’arte: una riflessione. Nell’anno della giusta denuncia femminile contro gli abusi nel mondo dell’arte e del cinema conosciuta con il nome di #MeToo, Una Montagna di Libri si getta con passione nel dibattito. E lancia tre appuntamenti che toccano il tema controverso ma fondamentale della libertà dell’arte: la letteratura è ancora il luogo dove tutto è permesso? è giusto abbattere il diaframma tra casi giudiziari e fantasia letteraria? Qual è il confine tra protezione delle vittime di soprusi e censura? Se ne parlerà a Cortina, con uno spettacolo di storia disegnata dedicata al grande scrittore e giornalista americano Gay Talese, sui temi della rivoluzione sessuale e dell’etica giornalistica; attraverso una eccezionale lectio magistralis di Gian Arturo Ferrari su Philip Roth; e con una maratona di lettura che quest’anno porterà in piazza a Cortina le pagine di Lolita, capolavoro controverso e trasgressivo di Vladimir Nabokov.
Dove: i luoghi del Festival. Una Montagna di Libri renderà posto negli spazi pubblici del Palazzo delle Poste, dell’Alexander Girardi Hall, del Cinema Eden; nei pomeriggi, presso lo storico albergo cortinese Miramonti Majestic Grand Hotel, la rassegna organizza un ricco carnet di eventi che accompagnerà gli ospiti per tutta la stagione, nell’hotel cinque stelle ampezzano simbolo della grande tradizione dell’accoglienza. La rassegna prenderà inoltre posto presso il Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi. Ma Una Montagna di Libri è anche #live. Con circa 75 incontri annuali, Una Montagna di Libri fornisce a residenti e turisti un servizio continuo, unendo a Twitter® e Instagram® la diretta interattiva di ogni incontro, attraverso Facebook®.
Una Montagna di Libri è organizzata con il patrocinio ed il sostegno della Regione Veneto – che sostiene i due programmi Veneto di Libri e Paesaggi d’Ampezzo – e del Comune di Cortina d’Ampezzo.