Lavoro: nominati i 25 nuovi Cavalieri, da Starace a Andrea Illy /scheda

Roma, 1 giu. (AdnKronos) – Nominati i 25 nuovi Cavalieri del lavoro. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ieri, ha firmato il decreto con il quale, su proposta del ministro dello Sviluppo Economico Dottor Carlo Calenda, sono stati nominati i nuovi Cavalieri del Lavoro. Dall’ad di Enel, Francesco Starace a Giovanni Fileni, il presidente dell’omonimo gruppo, passando da Andrea Illy, presidente di Illycaffè Spa, ecco l’elenco completo degli insigniti.
BALDASSARE AGNELLI: 1947 ‘ Bergamo ‘ Industria / Utensileria da cucina. è amministratore delegato del Gruppo Alluminio Agnelli, realtà imprenditoriale avviata a Bergamo dal nonno nel 1907 ma che poi ha visto il salto industriale proprio quando, nel 1961 Baldassare e il fratello Paolo fondano la Agnelli Metalli Spa per il commercio di metalli ferrosi e non ferrosi. Attualmente il Gruppo produce un milione di pentole l’anno, il 75% destinato al mercato italiano e copre l’80% del mercato professionale nazionale. Produce anche profilati, serramenti, intelaiature per automobili e diversi componenti industriali. Ricicla il 100% dell’alluminio. Ha partecipato attivamente alla realizzazione della prima ala museale dedicata all’alluminio del Museo della Tecnica e della Scienza di Milano. Nel complesso il Gruppo conta 500 dipendenti.
ALBERTO BARBERIS CANONICO: 1939 – Biella – Industria / Tessile. E’ amministratore della Lanificio Vitale Barberis Canonico, finanziaria dell’azienda di famiglia fondata nel 1936 la cui attività laniera risale al 1663. Con 1.300 clienti nel mondo, un export dell’80% e oltre 7 milioni di metri di tessuto realizzati ogni anno è leader mondiale nella produzione tessile e nella lavorazione di lane pregiate e fibre nobili. Fin dalla fine degli anni ’60 avvia e progetta un’ampia automazione dei processi produttivi che, oltre a ridurre i livelli di emissioni acustiche, incrementa la produzione che passa dalle 7.000 pezze del ’65 alle oltre 100.000 attuali. La manifattura è a ciclo completo ed è realizzata interamente in Italia. Occupa oltre 400 addetti.