Incendi: assessore Veneto, qui 600 operai contro 20mila Sicilia ma prevenzione funziona

Venezia, 3 giu. (AdnKronos) – “Con un numero di addetti decisamente inferiore a quello di altre regioni, il Veneto può essere considerato un’eccellenza sul fronte del piano antincendi. Lo hanno riconosciuto gli stessi vertici della Protezione Civile nazionale all’ultima Conferenza Stato- Regioni e, sul campo, all’ultima grande esercitazione che abbiamo organizzato l’anno scorso sul Monte Grappa, dove sono rimasti più che sorpresi positivamente dall’efficienza dei nostri uomini e delle nostre strutture”. Così all’Adnkronos l’assessore veneto alla protezione Civile, Gianpaolo Bottacin traccia un quadro, più che positivo, dell’azione della Regione Veneto sul fronte dell’anticendi boschivi.
‘Nonostante in Veneto operino solo un centinaio di funzionari e meno di seicento operai, ben lontani dagli oltre settemila della Calabria e dai ventimila della Sicilia ‘ spiega l’assessore -, possiamo dire di essere una Regione all’avanguardia in fatto di prevenzione e intervento negli incendi boschivi con un controllo del territorio permanente. Tutto ciò grazie anche al prezioso contributo di oltre novecento volontari, a cui va il mio ringraziamento per la preziosissima collaborazione”.
“Possiamo poi contare poi due elicotteri dedicati che il Veneto ha costantemente a disposizione e su decine di mezzi a quattro ruote motrici che arrivano velocemente anche in luoghi impervi. Il tutto per una spesa annua vicina al milione di euro, un decimo di quanto spendono altre regioni…”, sottolinea Bottacin.