Governo: Faraone (Pd), no a ministero disabilità, è un alibi

Palermo, 1 giu. (AdnKronos) – “Non lo vogliamo un ministero ‘speciale’ per i nostri figli”. Così, in un post su Facebook, il senatore del Pd Davide Faraone commenta il nuovo ministero per la Disabilità del governo Lega-M5S. “Inclusione, scambio, crescita comune arricchiscono senz’altro le persone disabili, ma fanno crescere tantissimo anche tutti gli altri, gli individui e la società – continua – E’ per questo motivo che l’istituzione di un ministero della Disabilità non riesco proprio a capirla. Noi vogliamo immergerci in questa società, non uscirne asciutti. Noi vogliamo vivere in osmosi con tutti, non ritrovarci fra noi nel club delle famiglie delle persone disabili”.
Per il senatore dem “questa storia del ministero ad hoc è un alibi. Mi auguro piuttosto – dice – che questo governo dia seguito alle tante leggi approvate nella passata legislatura in tema di disabilità, mi auguro che si riesca ad implementare le risorse destinate alla cura, all’assistenza, al miglioramento della vita di chi è affetto da una disabilità. Mi auguro riusciremo a introdurre la figura del caregiver e a predisporre tutti gli interventi che ancora mancano per dare a queste persone una vita dignitosa e qualitativamente alta”. “Darò una mano per questo – conclude – Non è destra, non è sinistra, non è maggioranza né opposizione. E’ semplicemente buonsenso e amore”.