Governo: Cna, bene fine stasi politica, mettere al centro pmi artigiane

Roma, 1 giu. (AdnKronos) – ‘La Cna prende atto con soddisfazione del positivo superamento della stasi politica scaturita dalle elezioni del 4 marzo scorso. L’Italia ha bisogno di un Governo stabile che consenta di fugare e superare i troppi giudizi, ingiustificati e ingenerosi, sulle grandi capacità di questo Paese che hanno accompagnato gli ultimi difficili giorni”. Ad affermarlo è la Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa, in una nota. “Auguriamo adesso buon lavoro al presidente del Consiglio, professor Giuseppe Conte, e ai suoi ministri, chiamati da subito a rimuovere gli impedimenti e ad assumere le scelte necessarie per assicurare stabilità e benessere socio-economico all’Italia”.
“Ci aspettiamo – sottolinea la Cna – che il Governo sappia mettere al centro della propria azione l’economia reale, e in particolare l’artigianato e le piccole imprese che ne sono il motore, confermando l’attenzione dichiarata in campagna elettorale dalle forze politiche che lo compongono. La riduzione della pressione fiscale su imprese e cittadini, la ripresa del credito e l’alleggerimento burocratico sono in cima all’agenda di artigiani e piccole imprese”.
“Siamo certi, pertanto, che già nei prossimi giorni il nuovo Esecutivo stabilirà con i rappresentanti dell’economia reale un continuo e proficuo dialogo, valorizzando così il ruolo dei corpi intermedi, per accelerare il cambiamento atteso da tutto il Paese”, conclude la Cna.