Finals NBA – LeBron James chiude la bocca ai critici: “J.R. Smith? No darò mai la colpa a un compagno!”

LeBron James ha commentato il clamoroso episodio che ha visto J.R. Smith sfortunato protagonista nel finale di gara-1: il Re ha scelto di non incolpare l’ex Knicks

Ieri notte è andata in scena gara-1 delle NBA Finals che ha visto scontrarsi, per il quarto anno consecutivo, i Golden State Warriors e i Cleveland Cavaliers. I Campioni NBA in carica sono andati molto vicini ad un’inaspettata sconfitta, salvo poi essere graziati da un clamoroso errore di J.R. Smith a pochi secondi dalla fine del quarto periodo che ha portato la gara ai supplementari. Il match si è poi concluso con la vittoria degli Warriors all’overtime per 124 a 114. Nel momento del clamoroso errore di J.R., LeBron James è stato il primo a ‘chiedere spiegazioni’ verso il compagno, apparendo alquanto arrabbiato. Nel post gara però il numero 23 ha speso parole da vero leader, spiegando di non voler mai e poi mai rinunciare al compagno e di non dargli la colpa della sconfitta: “dobbiamo guardare avanti. Questa partita è finita e ce ne sono altre che ci aspettano. Abbiamo avuto diverse opportunità per vincere ma non siamo stati bravi a sfruttarle. J.R. ha preso una brutta decisione? Non rinuncerò mai a lui, non è colpa sua se abbiamo perso. Non sono nella sua testa, quindi non posso sapere cosa stesse pensando ma so per certo che non addosserò mai la colpa di una sconfitta ad uno dei miei compagni”.