Addio Zidane, Capello ha la sua verità: “ha voluto dimostrare di poter fare quello che vuole. CR7? So dove andrà”

Interrogato sull’addio di Zidane al Real Madrid, Fabio Capello ha espresso il proprio punto di vista non solo sulla scelta del francese, ma anche su quello che farà Cristiano Ronaldo

Una scelta che ha spiazzato tutti, ma non Fabio Capello. L’allenatore di Pieris si aspettava un addio di Zidane al Real Madrid, soprattutto per alcune situazioni accadute durante la stagione che paventavano un epilogo del genere.

Zidane
Foto LaPresse/Fabio Ferrari

Intervistato da Sky Sport24, Capello ha espresso il suo punto di vista, facendo leva anche sulle proprie conoscenze relative all’ambiente blanco, vissuto nelle stagioni 1996-97 e 2006-07: “la scelta giusta l’ha fatta Zidane, conoscendo Florentino sapevo che senza quella vittoria lo avrebbero esonerato. Era un pensiero che era già balenato quando le cose non andavano tanto bene, quando la distanza dal Barcellona in campionato era abissale. Secondo me Zizou ha fatto la cosa più giusta. Credo ci fossero altri problemi, c’era la questione del portiere, del figlio, Florentino vuole fare anche l’allenatore delle volte e allora quando le cose non vanno bene dà la colpa a qualcun altro, ritengo che Zidane abbia lasciato perché dopo aver vinto tanto aveva voglia di dimostrare di essere uno che non ha bisogno assolutamente di allenare e che può fare quello che vuole. Ronaldo? Cristiano vuole tornare al Manchester United, con Mourinho. Credo, invece, che il sostituto di Zidane potrebbe essere Guti, un’altra volta una scelta di Florentino, una scelta decisa per ribadire che lui non cerca i nomi. Fece la stessa cosa proprio con Zidane che non stava andando bene nelle serie inferiori“.