Zidane scatena “l’effetto domino” delle panchine: da Sarri a Conte, ogni tassello al suo posto

Zinedine Zidane ha detto addio al suo amato Real Madrid, la panchina delle merengues adesso è vacante e dunque è iniziato il toto-allenatore per i blancos

Zinedine Zidane ha sconvolto il mondo del calcio, rassegnando stamane le dimissioni dal ruolo di tecnico del Real Madrid. L’addio del tecnico francese al club più importante al mondo ha scatenato l’immediata reazione del calciomercato europeo. Adesso i blancos sono alla ricerca di un allenatore e proprio tale ricerca potrebbe causare un effetto domino con risvolti che coinvolgerebbero anche la nostra Serie A. Uno dei nomi in pole position per la panchina del Real Madrid è infatti quello dell’italiano Antonio Conte. L’ex Ct della Nazionale si appresta a lasciare il Chelsea dopo sue annate di successo, condizionate però dai troppi alti e bassi di questa stagione. L’addio di Conte porterebbe Roman Abramovich ad accelerare i tempi in merito all’affare Sarri. E’ ben noto come l’ex allenatore del Napoli sia l’obiettivo numero uno del Chelsea, che deve però fare i conti con la clausola rescissoria da 8 milioni fissata da De Laurentiis. Con questi 8 milioni il Napoli potrebbe pagare parte del lauto contratto offerto ad Ancelotti. Ogni tassello, se così dovessero andare le cose, sarebbe finalmente al proprio posto, con Zidane che ha dichiarato apertamente di volersi prendere un anno sabbatico, lontano dalle pressioni della panchina madridista. D’altra parte, dopo 3 Champions League in due stagioni e mezza, Zinedine può permettersi questo ed altro.