Venezia: accordo tra Polizia e Confindustria per contrasto crimini informatici

Venezia, 30 mag. (AdnKronos) – La prevenzione e il contrasto ai crimini informatici per la difesa delle infrastrutture critiche sono al centro dell’accordo tra la Polizia di Stato e Confindustria Venezia Area Metropolitana di Venezia e Rovigo.
Il Protocollo sarà siglato oggi da Emanuela Napoli, Dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Veneto e dal Presidente di Confindustria Venezia e Rovigo, Vincenzo Marinese, nell’ambito di un’iniziativa di formazione e informazione sulle tematiche di sicurezza e gestione della Rete ‘Impossibile farne a meno! La cyber security riguarda tutti. Rischi concreti, soluzioni e tutele a portata di mano” che si terrà presso l’Edificio Lybra – Parco Scientifico Tecnologico Vega, in Via delle Industrie, 19 a Venezia – Marghera.
L’Accordo prende le mosse dalla necessità di garantire un’elevata sicurezza al Paese e al suo sistema economico e sociale di cui fa parte integrante Confindustria Venezia che da oltre 70 anni è punto di riferimento della rappresentanza e tutela degli interessi del mondo imprenditoriale nei rapporti con le istituzioni, le amministrazioni pubbliche locali, nazionali e internazionali, le organizzazioni economiche e sindacali, anch’essa ormai fortemente dipendente da sistemi informatizzati, mediante la cooperazione mirata, di pubblica utilità, tra Enti pubblici e privati, così come previsto dal quadro Strategico Nazionale e dal Piano Nazionale per la Protezione Cibernetica e la Sicurezza Informatica.