Spread in calo, Milano positiva

Roma, 30 mag. (AdnKronos) – Lo spread si mantiene in area 270 punti base (rendimento 3%), senza i movimenti vorticosi visti nella seduta di ieri, quando aveva chiuso a quota 303 punti, con un rendimento al 3,3%, ai massimi dal 2013.
Lo scenario politico è di nuovo cambiato: stando alle indiscrezioni, sembra si stia ipotizzando il ritorno a un Governo delle forze di maggioranza allontanando così il rischio di nuove elezioni e di vuoto politico prolungato per l’Italia.
A metà mattina la Borsa di Milano prosegue positiva, rallentando i guadagni. Il Ftse Mib segna +0,2 per cento a 21.401 punti. Continua quindi il rialzo dopo il tonfo di ieri – ha chiuso in calo del 2,65%, tornando ai minimi da luglio 2017 – e cinque sedute consecutive di ribassi.
Le altre Borse europee rimangono contrastate e poco mosse. Madrid segna +0,13%, parigi -0,7%. Francoforte guadagna lo 0,2% e Londra lo 0,09%.
A Piazza Affari, Mediobanca è tra i titoli migliori (+2,8%), insieme a Unipolsai (+3,2%), Italgas (+2,85%), Terna (+2,4%) e Poste (+2%). Maglia nera è Bper (-1,88%), che non trova il rimbalzo a differenza di altri titoli bancari. Stesso destino per Ubi (-0,55%).