Il Petrarca Padova torna a laurearsi Campione d’Italia superando 19-11 i campioni uscenti del Patarò Calvisano

Sette anni dopo l’ultimo titolo il Petrarca Padova torna a laurearsi Campione d’Italia superando 19-11 i campioni uscenti del Patarò Calvisano: il tredicesimo scudetto nella storia dello storico Club biancoscudato arriva, per la prima volta dall’istituzione dei play-off, davanti al pubblico di casa, di fronte agli oltre seimilacinquecento spettatori accorsi a sostenere questo pomeriggio il XV guidato da Andrea Marcato.

Per il giovane tecnico del Petrarca, alla stagione da debuttante sulla panchina del Club che lo lanciò come giocatore verso la maglia azzurra, il titolo arriva in fondo a un campionato che ha visto i veneti chiudere al primo posto la regular season e dominare la doppia semifinale contro le Fiamme Oro, ma anche a conclusione di ottanta minuti tutt’altro che semplici, in cui l’esperienza del Patarò Calvisano ha tenuto la partita in bilico sino ai dieci minuti finali.

A decidere la sfida che assegna il titolo di Campione d’Italia numero ottantotto, mettendo la parola fine al tentativo del Calvisano di riagguantare una partita che il Petrarca sembrava aver chiuso in avvio di ripresa (13-0 di parziale dopo la meta dell’ala Rossi in apertura di ripresa), un drop dell’apertura padovana Menniti-Ippolito alla mezzora della ripresa: il numero dieci petrarchino, autore di quattordici dei diciannove punti, spegne con il secondo calcio di rimbalzo di giornata le velleità di rimonta dei bresciani, consegnando al Petrarca il titolo di Campione d’Italia 2018.

Questo il tabellino della Finale scudetto 2018:

Padova, Stadio Plebiscito – sabato 19 maggio
Eccellenza, Finale
Petrarca Padova v Patarò Calvisano 19-11
Marcatori: p.t. 21’ drop Menniti-Ippolito (3-0); 31’ cp. Menniti-Ippolito (6-0); s.t. 1’ m. Rossi tr. Menniti-Ippolito (13-0); 12’ cp. Novillo (13-3); 20’ m. Pettinelli (13-8); 23’ cp. Menniti-Ippolito (16-8); 28’ cp. Novillo (16-11); 31’ drop Menniti-Ippolito (19-11)
Petrarca Padova: Ragusi (32’ st. Rizzi); Capraro, Riera, Bettin, Rossi; Menniti-Ippolito, Su’a (13’ st. Francescato); Trotta, Lamaro, Conforti (17’ st. Nostran); Saccardo (cap., 21’ st. Michieletto), Cannone (16’ st. Gerosa); Rossetto (10’ st. Scarsini), Santamaria (21’ st. Delfino), Borean (16’ st. Acosta)
all. Marcato
Patarò Calvisano: Tuimavave; Balocchi, Chiesa (38’ st. Dal Zilio), Mortali, De Santis; Novillo, Semenzato (10’ st. Casilio); Tuivaiti, Zdrilich (21’ st. Archetti), Pettinelli; Andreotti, Cavalieri; Zilocchi, Morelli (cap, 22’ st. Giovanchelli), Fischetti
all. Brunello
arb. Liperini
Cartellini: 5’ st. giallo Cannone (Petrarca Padova)
Note: terreno in ottime condizioni. 6500 spettatori circa
Man of the Match: Mennini-Ippolito (Petrarca Padova)
Calciatori: Menniti-Ippolito (Petrarca Padova) 3/3; Novillo (Calvisano) 2/3