NBA – Caos Sixers, indagine su Colangelo: tramite account fake avrebbe criticato giocatori, staff e passato informazioni ai media

Il presidente delle basketball operations dei Sixers, Bryan Colangelo sotto investigazione da parte della franchigia per l’uso di alcuni account fake

La postseason dei Sixers è ormai finita da tempo ma a Philadelphia è scoppiato un caso che terrà impegnata la franchigia per diverso tempo. Lo scorso febbraio, ‘The Ringer’ ha ricevuto una segnalazione anonima nella quale è stato reso che il presidente delle basketball operation dei Sixers, Bryan Colangelo, aveva diversi account fake nei quali dava libero sfogo alle sue idee. Il giornale ha indagato per diversi mesi scoprendo che tutti gli account in questione, oltre a presentare diversi tratti in comune legati a linguaggio, foto e alcuni follow, sarebbero stati usati da Colangelo per:

  • Avrebbe criticato giocatori NBA, inclusi Embiid, Okafor e Noel degli stessi Sixers
  • Avrebbe messo in discussione pubblicamente le decisioni del suo stesso coaching staff, criticando l’operato dell’ex general manager di Philadelphia Sam Hinkie e quello del presidente dei Raptors Masai Ujiri
  • Annunciato la trade del 2017 nella quale i Sixers ottennero la scelta numero 1 al Draft NBA, tradottasi in Markelle Fultz
  • Reso note delle informazioni segrete in merito a Okafor e gossip su Embiid e Fultz a membri della stampa Nazionale e di Philadelphia

I Sixers dal canto loro hanno reso noto tramite un comunicato di aver intrapreso un’indagine interna per fare luce sulla vicenda.