Milano: riduce donna in schiavitù e la costringe a prostituirsi, arrestato

Milano, 30 mag. (AdnKronos) – Aveva convinto una connazionale 22enne a seguirlo in Italia con la promessa di un lavoro come commessa, ma poi l’aveva ridotta in schiavitù obbligandola a prostituirsi. Per questo un 48enne originario dell’Uruguay è stato arrestato dalla polizia. E’ accaduto la scorsa notte a Milano.
L’uomo era partito insieme alla giovane lo scorso mese di aprile. Una volta giunti a Milano, con la minaccia di ritorsioni nei confronti della famiglia, ha costretto la ragazza segregandola in casa, senza poter uscire se non per adescare clienti, nella vicina via Teodosio. Quindi tratteneva per sé tutti i guadagni. L’incubo è terminato quando la vittima ha trovato il coraggio di reagire e ha allertato i familiari in Uruguay, inviando loro foto e video della situazione in cui era costretta a vivere.
Gli agenti dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della questura milanese, intervenuti su segnalazione dell’Interpol, hanno individuato l’appartamento dove dei due, in zona Lambrate. Poi, con l’ausilio del vigili del fuoco si sono introdotti in casa attraverso una finestra e hanno bloccato l’uomo, arrestandolo per riduzione in schiavitù, sfruttamento e induzione alla prostituzione.