Lazio, Lotito tuona sul caso De Vrij e svela l’offerta shock rifiutata per Milinkovic-Savic

Claudio Lotito, presidente della Lazio, ha tuonato in merito al Var ed alla questione De Vrij-Inter, su Milinkovic-Savic invece ha dato un po’ di numeri

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, si appresta a vivere una caldissima estate di calciomercato, ricca di colpi di scena e capovolgimenti della rosa di mister Inzaghi. In primis andrà sostituito il partente De Vrij, il quale ha firmato con l’Inter già da qualche settimana. Proprio in merito a tale accadimento, Lotito ha alzato la voce contro i nerazzurri: “De Vrij lo abbiamo schierato contando sulla serietà professionale del giocatore – ha detto il numero uno biancoceleste a Premium Sport – Poi ha fatto degli errori, ma l’allenatore ha totale libertà di scelta. L’Inter con più garbo e rispetto avrebbe dovuto evitare di mettere in difficoltà psicologica il giocatore. Se il contratto era già stato firmato a gennaio, perché dici di averlo depositato solo prima della partita finale?”.

LaPresse/Alfredo Falcone

Il patron laziale ha parlato anche dell’ipotetica cessione di Milinkovic-Savic, per il quale ha rifiutato già cifre folli: “Milinkovic? Non bastano 100 milioni di euro, ne ho già rifiutati 110 milioni ad agosto. Quando leggo Supermarket Lazio mi arrabbio. Non mi risulta che ho messo in vendita qualcuno. In passato non bussavano, aprivano la porta e prendevano. Oggi chiedono il permesso”. Infine la stoccata al Var: “Assieme alla goal-line-technology, la Var è stata una mia iniziativa con Tavecchio, poi nella vita le idee si muovono con le gambe degli uomini e purtroppo gli uomini sono fallaci. Stiamo facendo di tutto per rendere sempre più credibile questo sport. Abbiamo perso, inutile recriminare se è giusto o meno. Dico soltanto che sicuramente la Lazio quest’anno poteva meritare di stare in altri posti in classifica. Questo è stato riconosciuto obiettivamente da tutti”.