/

Team Nibali e GS Caneva insieme nel 2° Memorial Rosario Costa: la corsa in ricordo del giovane ciclista scomparso due anni fa

A Messina nel giorno del secondo Memorial dedicato a Rosario Costa, il giovanissimo atleta della squadra dilettantistica di Vincenzo Nibali scomparso due anni fa, è proprio un ragazzo del Team Nibali nella categoria Allievi ad imporsi e vincere la corsa. Gabriele Munafò si getta in una fuga solitaria negli ultimi chilometri, guadagnando un discreto vantaggio su un diretto inseguitore e trovando tanta forza nelle gambe. Forza che Gabriele utilizza al meglio nonostante la foratura di una ruota e pedalando allo spasimo, arriva al traguardo vincendo il testa a testa con il suo inseguitore che, nel frattempo, l’aveva raggiunto. Una vittoria in casa conquistata con tanta forza e tenacia.

Tra gli juniores e gli U23 presenti tre indossavano la maglia del Team Nibali, seppur provenienti dal Friuli. Michele Chiandussi, Nicolò Di Bernardo e Mauro Florissi sono dei ragazzi del GS Caneva Nibali, che da un anno ha attutato un gemellaggio con il Team Nibali di Messina. Ragazzi provenienti da una realtà ciclistica diversa da quella del sud e che si uniscono affettuosamente con il team messinese. E’ stata l’occasione per conoscerli meglio e sentirli rispetto a questa esperienza.

Mauro Florissi:Questo è il tredicesimo anno che faccio ciclismo. Sono stato due anni con il Caneva, mi sono trovato davvero bene con la squadra. Il gemellaggio con il team Nibali è stata una cosa molto bella, abbiamo visto com’è il modo di fare ciclismo in Sicilia ed ho conosciuto nuove persone, nuovi stili di vita; al Nord è un po’ diverso il modo di correre rispetto al Sud. A fine stagione sceglierò se continuare con il ciclismo o con gli studi per andare all’università.

Michele Chiandussi:Faccio ciclismo da quando ero G1. La mia passione è iniziata quando avevo cinque anni, grazie a mio nonno, ex ciclista che mi ha insegnato ad andare in bici, e da quel momento non mi sono più fermato. Questo è il mio primo anno al Caneva, è un’ottima squadra con ottimi compagni e sono contento di farne parte. Ho vinto da esordiente primo anno il campionato italiano di ciclocross, ho fatto diversi piazzamenti ai campionati italiani di MTB e un settimo posto nei campionati europei di MTB da esordiente secondo anno. Quest’anno voglio capire meglio le mie opportunità e cimentarmi in questa nuova categoria.

Nicolò Di Bernardo:I miei genitori e i miei fratelli mi hanno trasmesso questa passione e da quando avevo sette anni ho iniziato a fare sia calcio che ciclismo; da esordiente secondo anno mi sono concentrato soltato su quest’ultimo. Questo è il mio secondo anno con il team Caneva e il prossimo anno, se riesco, passerò U23 con un’altra squadra. Quando ero Allievo ho fatto un terzo posto agli italiani su pista, sono uno sempre presente in gara, ma non ho mai vinto. Il gemellaggio Caneva-Nibali è stato un modo per vedere un mondo ciclistico diverso. Nelle gare al Nord si parte in tanti, i ritmi sono molto elevati, si è tutti in gruppo e in salita i migliori rimangono, mentre gli altri si staccano, un po’ più come i professionisti. Qui al sud si va un po’ più piano, ma ci sono molti scatti.

Mauro Florissi ha concluso la gara con un primo posto tra gli U23 e Nicolò Di Bernardo è giunto secondo tra gli juniores.

Antonino La Motta, Davide Triolo, Vincenzo Summa, Davide Costa, Daniele Formica, Alessandro Greco, Antonio Munafò, Gabriele Munafò, Samuele Giunta, Davide Aricò, Manfredi Cipriano, Gianluca Morabito, Fabio Cuzzocrea e Gabriele Raffa sono i ragazzi del Team Nibali di Messina, che ogni giorno corrono con forza e passione con lo Squalo dello Stretto nella loro maglia.