Alitalia: De Petris (Leu), sì a dl, base per intervento più complessivo

Roma, 30 mag. (AdnKronos) – “Riteniamo che Alitalia rappresenti un grande asset industriale, strategico per il Paese, e che pertanto occorra un intervento che escluda qualsiasi ipotesi di ridimensionamento o di spezzatino della compagnia, che sia garantito il lavoro e che sia impostata una strategia di sviluppo di lungo periodo. Questo Dl consente di mettere le basi per impostare un intervento più complessivo di cui Alitalia avverte l’assoluta necessità”. Così la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto, ha annunciato in Aula il voto favorevole di Liberi e Uguali al decreto legge recante misure urgenti per assicurare il completamento della procedura di cessione dei complessi aziendali facenti capo ad Alitalia, nella speranza che “possano esserci effetti per il rilancio della compagnia”.
“In questa direzione – ha spiegato De Petris – vanno i nostri due ordini del giorno presentati in Commissione Speciale e approvati con un sostegno importante che evidenzia l’attenzione che questo Parlamento pone su questa specifica vicenda. In primo luogo, al fine di costruire una adeguata partnership industriale internazionale per Alitalia, abbiamo fatto approvare un Odg che impegna il Governo a far entrare lo Stato Italiano direttamente, o tramite sue società controllate, nel capitale dell’azienda per una quota minima del 25%”.
“Iniziativa indispensabile per promuovere il rilancio di Alitalia e garantire l’integrità dell’insieme delle attività da essa svolte. Con il secondo ordine del giorno approvato in Commissione abbiamo impegnato il Governo a richiedere ai commissari una relazione esaustiva sulle azioni degli amministratori, che consenta di accertare realmente le ragioni dello stato attuale di Alitalia per la conseguente azione di responsabilità”, ha detto De Petris. “è una questione di serietà e responsabilità. Riteniamo indispensabile procedere con un’operazione di piena trasparenza, anche in relazione – ha concluso – alle ultime notizie su un’inchiesta per bancarotta fraudolenta condotta dalla Procura di Civitavecchia”.