Matteo Vannucci, pilota della Yamaha vince all’esordio del campionato della R125 Cup, il mono-marca ufficiale della casa dei tre diapason

I trofei Yamaha hanno una filosofia che va oltre il semplice susseguirsi del calendario, infatti consistono in un vero e proprio programma sportivo e didattico che, partendo dalla base, accompagna i piloti passo dopo passo verso un panorama più ampio denso di opportunità. Da anni il “progetto giovani” di AG Motorsport Italia supporta nella crescita agonistica una media di circa 50 piloti Yamaha in ogni stagione, con la possibilità di percorrere la strada che confluisce nel programma bLU cRU e porta a diventare un pilota Blu Cru nel mondiale Supersport 300 e Supersport 600. L’organizzatore AG Motorsport Italia,grazie alla grande esperienza sul prodotto Yamaha e sulla formazione dei piloti, offre un kit corposo che comprende: il materiale, i servizi, la scuola di guida sportiva, l’iscrizione al trofeo e le tasse gara. La Yamaha R125 cup è il primo passo nel motociclismo a ruota alta, che offre opportunità esclusive. Da qui si gettano le basi per la carriera dei piloti che puntano a diventare dei top rider.A supporto di questo progetto la comunicazione istituzionale di Yamaha Motor, la cui diffusione avviene attraverso sito web, social, comunicati alla rete di giornalisti e testate di settore. La Yamaha R125 Cup inaugura la stagione a Cervesina sul circuito Tazio Nuvolari per la prima di campionato. Un weekend intenso di emozioni in cui l’entusiasmo che si respira in questa categoria è esclusivo tanto quanto il marchio tre diapson che i giovani piloti rappresentano. Puntualissimi agli appuntamenti in aula nel paddock per i corsi di guida, impegnatissimi a migliorare ed applicare i consigli, tanto da abbassare il record della pista di quasi un secondo rispetto le precedenti edizioni. Un sabato intenso di sessioni in pista con istruttore e teoria, arrivato al termine con due appuntamenti che hanno raccolto al truck Yamaha – AG l’intero popolo blu tre diapason. La domenica di gara inizia presto, i piloti Yamaha sono in pista già alle prime ore del mattino. Alla fine della giornata Matteo Vannucci sbaraglia la concorrenza e vince tutto.