Triple H vs John Cena a The Greatest Royal Rumble
Credits: Instagram @imperioluchalibre

Intervenuto ai microfoni di SportFair, Triple H, vicepresidente esecutivo WWE, ha parlato di ‘The Greatest Royal Rumble’ l’evento pazzesco che avrà luogo il prossimo 27 aprile in Arabia Saudita

The Greatest Royal Rumble evidenza
Credits: Instagram @wwe3rd21

WrestleMania 34 è già storia, ma la WWE non si ferma. All’orizzonte c’è subito un altro evento in grado di poter rivaleggiare addirittura con lo ‘Showcase of Immortals’. Una new entry nel calendario degli appuntamenti della federazione di Stamford che il prossimo 27 aprile sbarcherà in Arabia Saudita per dar vita a: ‘The Greatest Royal Rumble‘. Uno show pazzesco, il primo della storia nel Medio Oriente, in grado di avere una eco straordinaria in tutto il mondo. A ‘The Greatest Royal Rumble‘ avrà luogo la prima rissa reale a 50 uomini, una stipulazione mai vista prima (la più grande di sempre, come il nome dello show indica), ma le sorprese non finiscono qui: ci sarà un casket match con Undertaker, ritornerà Chris Jericho, saranno presenti tutte le principali superstar WWE e tutti i titoli  verranno messi in palio per una card che si preannuncia imperdibile.

Triple H
Credits: Instagram @TripleH

Nel corso conferenza stampa di presentazione dello show, in diretta da Jeddah, Triple H è intervenuto ai microfoni di SportFair rispondendo a diverse domande in merito allo show. Il vicepresidente esecutivo WWE ha spiegato che ‘The Greatest Royal Rumble‘ è un evento che fa parte di un partnership decennale con l’Arabia Saudita, che a sua volta rientra all’interno di un piano di sviluppo socio-economico del Paese (Vision 2030) che punterà a modernizzare l’Arabia Saudita trasformandola, sia dal punto di vista economico che da quello culturale e sociale, in una delle prime superpotenze mondiali:

“abbiamo pensato ad un evento come ‘The Greatest Royal Rumble’ da realizzare in Arabia Saudita, uno show di questo calibro come la WWE vuole proporre, come il resto dei 500 e più eventi l’anno che realizziamo. La parte più complicata è stata legata al fatto che in Arabia Saudita l’infrastruttura è un po’ diversa, non avevamo i mezzi che solitamente utilizziamo per realizzare i nostri show e li abbiamo dovuti spedire, ed era quasi tempo di WrestleMania, un evento al quale dovevamo prestare molta attenzione. Sono molto elettrizzato all’idea di essere qui, sarà un evento pazzesco. Il King Abdullha Sport City Stadium di Jeddah è sold out e lo show verrà visto in tutto il mondo. È un progetto che fa parte di una partnership a lungo termine, decennale fra WWE e Arabia Saudita. Fa parte di un cambiamento culturale che l’Arabia Saudita sta mettendo in atto. La WWE ha una grandissima fanbase in Arabia Saudita e nel Medio Oriente e siamo venuti qui, come in ogni parte del mondo, con l’obiettivo di mettere in scena uno spettacolo epico, memorabile, per tutti i fan presenti che sono davvero molto calorosi. Inoltre vogliamo essere in grado di veicolare la cultura e i costumi dell’Arabia Saudita in tutto il mondo. Probabilmente quello che la gente conosce dell’Arabia Saudita e del Medio Oriente è dovuto alla tv, ai media ai film: noi vogliamo mostrare l’Arabia Saudita e la sua cultura a tutto il mondo sotto un nuovo aspetto”

Credits: Instagram @TripleH

Non dimentichiamoci però che Triple H resta pur sempre una delle più importanti superstar nella storia della WWE: in un evento di queste proporzioni, Hunter non poteva mancare. Il 14 volte campione del mondo salirà sul ring del King Abdullha Sport City Stadium di Jeddah per un match contro John Cena, una sfida fra due leggende viventi dello sport entertainment. In merito al suo incontro con il Leader dell Cenation, Triple H ha dichiarato:

“sono fiero di essere qui in Arabia Saudita ed avere l’opportunità di mettere piede sul ring di fronte al pubblico saudita che mi ha visto in tv dalla fine degli anni 90.  Sono molto elettrizzato all’idea di essere qui. Per quanto riguarda il mio match, Affrontare John Cena è sempre un piacere. Abbiamo avuto sempre delle grandi rivalità in passato, ci siamo affrontati per 10 anni, penso i tempi siano maturi per entrare nel ring un’altra volta e far vedere ai più giovani come si fa ah-ah!”

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE