spalletti inter
Marco Alpozzi/LaPresse

Spalletti e Icardi lavorano assieme da solo un anno all’Inter, ma potrebbero proseguire il loro rapporto anche nelle prossime annate: le parole di Ausilio

Spalletti e Icardi sono due punti fermi dell’Inter del presente e ma anche del futuro”. A ribadire la centralità del tecnico e dell’attaccante argentino nel progetto nerazzurro è il direttore sportivo Piero Ausilio. “Spalletti è il nostro presente e con lui vorremmo costruire un futuro ben più lungo rispetto a quello che il contratto prevede -sottolinea il dirigente nerazzurro ai microfoni di ‘Radio anch’io Sport’ su Rai Radio1-. Lo stesso con Icardi, che di anni di contratto ne ha 3, abbiamo già fatto 3 rinnovi: quando sarà un momento ci siederemo e troveremo una soluzione come è giusto per dare meriti e riconoscimenti a un ragazzo che ormai non ci meraviglia più per le reti e la continuità di prestazione”.

E sul prossimo mercato Ausilio conclude. “Il fair play finanziario è un tema che ci sarà sempre, si devono rispettare i bilanci tra costi e ricavi. Il bilancio sarà chiuso il 30 giugno, magari sacrificheremo qualche ragazzo come è successo lo scorso anno, con la possibilità di ricomprarli in futuro. Non è detto che si debba sacrificare qualche big. L’estate scorsa Perisic ci era stato chiesto dal Manchester United ma poi è rimasto ed è stato fondamentale per la nostra stagione”. (Int/AdnKronos)