Pure Athletics Spring Invite, Libania Grenot show: l’azzurra vince al debutto

SportFair

Libania Grenot, la campionessa europea nei 400 metri, inzia bene la sua avventura al Pure Athletics Spring Invite: battute la Goule e Abichi 

Il 2018 della campionessa europea dei 400 metri Libania Grenot inizia da Clermont in Florida. Nella notte italiana, al Pure Athletics Spring Invite, doppio impegno per la velocista delle Fiamme Gialle alle prese con 400 e 200 metri, specialità di cui detiene entrambi i primati nazionali (50.30 nel 2009 e 22.56 nel 2016). L’azzurra non ha avuto rivali sul giro di pista dove ha messo nettamente in fila tutto il resto della concorrenza in 52.54: battute e staccate la giamaicana Natoya Goule (53.12) e la britannica Mary Abichi (53.15). Nei 200 metri “la panterita” ha corso in 23.28 (+1.7), quinta nella sua serie e sesta nel riepilogo complessivo dei crono su cui è svettata in 22.34 Shakima Wimbley, viceiridata indoor dei 400 e oro mondiale con la 4×400 statunitense sia all’aperto che al coperto. Nella stessa riunione è andato sui blocchi di partenza anche Antonio Infantino. Il 27enne italo-britannico ha sfiorato di un centesimo il personal best sui 100 metri con 10.37 (+1.1) al quarto posto in finale, mentre nel turno preliminare aveva chiuso in 10.58 (-0.4). Lo sprinter tesserato per l’Athletic Club 96 Alperia si è cimentato anche nei 200 e con 20.65 (-0.2) ha mandato in archivio il quinto posto e il quarto crono in carriera a 12 centesimi dal PB (20.53 nel 2016).