Pallavolo femminile-Playoff scudetto: ottimo avvio della Igor, stesa 3-0 la Unet in Gara-1 della semifinale

igor gorgonzola

La Igor Gorgonzola Novara parte con il piede giusto, 3-0 nella Gara-1 di semifinale contro la Unet E-Work

Parte con il piede giusto la Igor Gorgonzola Novara nelle semifinali dei Play Off Scudetto della Samsung Galaxy Volley Cup. Le azzurre fanno propria la Gara-1 di semifinale contro la Unet E-Work Busto Arsizio con un brillante 3-0, il migliore viatico per l’impegno europeo che le attende giovedì sera, quando al PalaIgor si presenterà il Galatasaray Istanbul nel ritorno dei Play Off 6 di CEV Champions League.

Davanti ai 3250 del palazzetto amico, le ragazze di Massimo Barbolini (Egonu, 22 punti, premiata con merito MVP del match) mantengono sempre il controllo del match, chiudendo a proprio favore gli scambi decisivi di ciascun parziale. Tra le ospiti, ottima la prova offensiva di Alessia Gennari (14 punti e 56% in attacco).

La cronaca. Novara in campo con Egonu opposta a Skorupa, Chirichella e Gibbemeyer al centro, Piccinini e Plak in banda e Sansonna libero; Busto, orfana dell’infortunata Diouf, parte con Piani in diagonale alla regista Orro, Stufi e Berti centrali, Bartsch e Gennari schiacciatrici e Spirito libero. Due punti di Egonu valgono il primo break (2-0), ma Busto Arsizio rientra con Gennari (2-2) e il punto a punto prosegue fino al 7-7 prima che Piccinini ed Egonu costringano al timeout Mencarelli e spingano le azzurre sull’11-7. Il servizio di Bartsch riapre il parziale (12-13) ma dopo il blackout Novara riprende l’inerzia del set con due muri di Plak e due attacchi vincenti (20-16); Piani è l’ultima ad arrendersi (22-19), poi Egonu (11 punti nel set per lei) conquista il set ball (24-20, pipe) e chiude al secondo tentativo in diagonale (25-20) per l’1-0.

Si riparte testa a testa (da 6-5 a 6-7, con Gennari a segno) ma Novara mette nuovamente la freccia con la solita Egonu (muro su Bartsch, 10-8) e Piccinini trova il più tre a muro (12-9). Bartsch accorcia (12-11) ma Gibbemeyer scappa nuovamente in fast (14-11) con Busto che si attacca al servizio di Piani (ace, 17-16) per mettere in difficoltà le azzurre; Egonu con due punti in fila e un errore di Gennari in attacco valgono il 21-17, poco dopo è un muro di Piccinini su Bartsch a chiudere il parziale sul 25-19.

Gennari trova l’ace del 3-5, Gibbemeyer e Skorupa, con una magia, firmano il 5-5 e dopo il sorpasso (6-5, attacco in rete di Piani) e il timeout di Mencarelli, Novara entra il controllo del match. Il tecnico ospite rivoluziona il sestetto ma non cambia l’inerzia (13-10, maniout di Piccinini) e due punti in fila di Plak valgono il 16-11; le azzurre crescono ancora, Egonu fa 18-13 in diagonale, Plak mura Piani e conquista il match ball (24-16) e Vasilantonaki, appena entrata, chiude in diagonale per il 25-16 che da alle azzurre il primo punto nella serie.

“Dobbiamo essere contenti per aver conquistato il primo punto della serie ma anche tenere a mente che il match è stato molto più duro di quanto dica il risultato – sottolinea Massimo Barbolini, coach della Igor -. Busto ha difeso molto, ci ha messo in difficoltà e noi siamo state brave a mantenere la giusta pazienza per chiudere a nostro favore i set; ora ci prepariamo per la grande sfida con il Galatasaray, poi affronteremo gara due con la consapevolezza che servirà crescere ancora”.

“La fase di ricostruzione è stata poco efficace – rileva Marco Mencarelli, tecnico della UYBA -: in Gara 2 e 3 con Monza aveva fatto la differenza, oggi è stata parecchio imprecisa e non ci ha permesso di contrattaccare con la dovuta forza. Ho notato un po’ di emozione in alcune delle mie atlete e su Diouf posso dire che vedo difficile recuperarla per domenica prossima. Speriamo per Gara 3″.

IL TABELLINO
IGOR GORGONZOLA NOVARA – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-0 (25-21 25-19 25-16)
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Plak 15, Chirichella 1, Egonu 22, Piccinini 7, Gibbemeyer 6, Skorupa 2, Sansonna (L), Vasilantonaki 1, Zannoni, Camera. Non entrate: Bonifacio, Enright. All. Barbolini.
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Bartsch 8, Berti 5, Piani 7, Gennari 14, Stufi 6, Orro, Spirito (L), Botezat, Negretti, Wilhite, Chausheva. Non entrate: Dall’Igna, Diouf. All. Mencarelli.
ARBITRI: Satanassi, Pozzato.
NOTE – Spettatori: 3250, Durata set: 29′, 23′, 22′; Tot: 74′.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30840 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery