Marc Marquez e la speciale esultanza sul traguardo di Austin dopo la sesta vittoria consecutiva al Gp delle Americhe

Marc Marquez campione indiscusso ad Austin. Il pilota della Honda ha conquistato ieri il suo sesto successo consecutivo al Gp della Americhe, dominando la gara sin dai momenti iniziali. Nonostante la partenza dal quarto posto, dovuta alla sanzione ricevuta dopo aver ostacolato Vinales in qualifica, il campione del mondo in carica è riuscito a portarsi subito in testa alla corsa e a a far mangiare la polvere ai suoi avversari. Un’esultanza speciale ieri in Texas per Marquez, prima le mani aperte sul viso, poi la dab dance, senza dimenticare Nicky Hayden. Lo spagnolo, in conferenza stampa, ha spiegato il profondo significato dei suoi festeggiamenti:

“Ho voluto fare il giro d’onore con la bandiera di Nicky perché era un buon amico e un pilota importante per l’America e per Honda. Sentivo che era il momento giusto. Inoltre avrete visto che sul traguardo ho fatto un gesto con le mani, l’avevo promesso a un bambino che ho conosciuto in Brasile. Sono stato lì per aiutare l’Unicef e uno di quei ragazzini faceva una specie di danza mettendo le mani in quel modo”.