(AdnKronos) – Sul fronte dell’abusivismo, sono stati individuati 3 conducenti che esercitavano il servizio taxi senza la prescritta autorizzazione, due dei quali operavano per mezzo di piattaforme informatiche: “I contesti per acquisizione difforme rispetto alla normativa (art. 85, noleggio con conducente) sono stati 15, di cui 9 a carico di conducenti che avevano acquisito il servizio per mezzo dell’app Uber Black”. E “per la prima volta è stata sanzionata per violazione dell’articolo 86 anche la società dalla quale dipendono le persone che esercitano l’attività abusiva di tassista”.
“Importante l’impegno degli agenti anche per contrastare furti e borseggi a danni di cittadini milanesi e turisti”: per questi reati in sei giorni sono stati effettuati 10 arresti e 29 denunce a piede libero. Di questi dieci, otto arresti sono stati a carico di borseggiatrici di origine bosniaca che prendevano di mira turisti stranieri: “Tre sono state seguite dalla metropolitana di Porta Genova fino alla Stazione Centrale dove sono state fermate mentre stavano rubando portafoglio e cellulare dalla borsa di un turista giapponese; altre 4 invece sono state fermate tra la Galleria Vittorio Emanuele II e Montenapoleone per furti ai danni di turisti orientali”.