Milano, 26 apr. (AdnKronos) – “Fnm dovrebbe garantire il funzionamento dei treni più che soddisfare esigenze partitiche di collocazione di fedelissimi, magari rimasti fuori da altre partite. Abbiamo osato sperare che ci potesse essere spazio per persone di comprovata esperienza nel settore che potessero portare un briciolo di indipendenza nel board di una delle società più strategiche della galassia regionale, ci ritroviamo invece in pieno clima da occupazione politica delle poltrone”. Lo afferma il capogruppo del Pd in Regione Lombardia Fabio Pizzul in merito alle nomine del cda di Fnm effettuate oggi dalla giunta regionale.
“Come se ce ne fosse bisogno – spiega Pizzul – con le nomine per il cda di Fnm abbiamo avuto la conferma della totale sudditanza politica del presidente Fontana e della sua giunta. Secondo una logica puramente spartitoria sono stati indicati nomi di chiara matrice politica, senza tenere in alcun conto elementi per noi decisivi come competenza e indipendenza”. E dunque “auguriamo buon lavoro ai nuovi amministratori a cui, nonostante quella che riteniamo una falsa partenza, non faremo mancare la nostra collaborazione, nella speranza che la volontà di essere vicino ai pendolari manifestata a parole dal presidente Fontana si trasformi in atti concreti di governance: dalle operazioni finanziarie (talvolta incomprensibili) speriamo si passi a un’effettiva attenzione alle esigenze di chi utilizza il treno in Lombardia”.