(AdnKronos) – Il Consiglio regionale ha votato all’unanimità la delibera per il mantenimento delle otto Commissioni permanenti già esistenti nella precedente legislatura: I commissione Programmazione e Bilancio; II commissione Affari istituzionali; III commissione Sanità e Politiche sociali; IV commissione Attività produttive, istruzione, formazione e occupazione; V commissione Territorio e infrastrutture; VI commissione Ambiente e Protezione civile; VII commissione Cultura, ricerca e innovazione, sport e cultura; VIII commissione Agricoltura, montagna, foreste e parchi. Rispetto alla precedente legislatura, la commissione Bilancio si occuperà anche del tema del riordino e della vigilanza sul sistema delle società partecipate regionali, mentre alla commissione Attività produttive saranno attribuite anche le competenze in materia di formazione professionale e istruzione prima attribuite alla VII commissione.
Sono state quindi istituite nuovamente le quattro Commissioni speciali precedenti: la Antimafia, anticorruzione, trasparenza e legalità, quella sulla situazione carceraria lombarda (voto contrario della sola Viviana Beccalossi, Gruppo Misto), quella che si occuperà di autonomia e riordino delle autonomie locali e quella per i rapporti con la Confederazione elvetica, le istituzioni europee e le province autonome, su cui si è astenuta Elisabetta Strada della Lista Gori. è stata infine istituita all’unanimità una nuova commissione speciale dedicata alla Montagna, che, sulla base di un emendamento proposto dalla vice presidente Francesca Brianza, avrà il compito di approfondire situazioni e tematiche di particolare criticità o specificità, mentre l’VIII commissione permanente mantiene le competenze in tema di sviluppo e tutela della montagna nel senso più ampio e generico.
In conclusione di seduta sono stati nominati tre componenti effettivi (Massimo Codari, Giusy Mainetti e Luigi Di Maro) e due supplenti (Emanuela Votta e Manlio Oddone) nel Collegio sindacale di FNM e un componente effettivo (Michele Cassader) e uno supplente (Maurizio Bocca) nel Collegio sindacale di Arexpo.