Liverpool-Roma, il club giallorosso condanna i fatti di Anfield: “un comportamento che ci fa vergognare”

La Roma ha diramato un comunicato con cui fa sapere di condannare fermamente gli scontri avvenuti prima della partita di Anfield contro il Liverpool

Quanto accaduto prima di Liverpool-Roma fuori dallo stadio di Anfield è al momento al vaglio della polizia inglese che, in una nota diramata nella mattinata di oggi, ha precisato che il 53enne, irlandese, ha subito una ferita alla testa ed è stato trasportato in ospedale in condizioni critiche. “Riteniamo che la vittima fosse a Liverpool con sui fratello per la semifinale contro la Roma ed è stato aggredito durante una rissa tra tifosi della Roma e del Liverpool nei pressi dell’Albert pub intorno alle 19.35“, riferisce la nota, secondo cui “testimoni hanno raccontato che la vittima è stata colpita con una cintura, prima di cadere per terra“. I due fermati sono stati portati in una stazione di polizia per essere interrogati. Sull’accaduto è intervenuta anche la Roma, che ha pubblicato un comunicato ufficiale sul proprio sito:

“L’AS Roma condanna con la massima fermezza il comportamento aberrante di una piccola minoranza di tifosi in trasferta itineranti che ha fatto vergognare il club e la stragrande maggioranza dei sostenitori ben educati della Roma ad Anfield, dopo essere stato coinvolto in scontri con i tifosi del Liverpool prima del match della scorsa notte. Non c’è posto per questo tipo di comportamento vile nel calcio e il club sta ora collaborando con il Liverpool Football Club, la UEFA e le autorità. I pensieri e le preghiere del club sono con il 53enne tifoso del Liverpool in ospedale e con la sua famiglia in questo momento difficile”.