LaPresse/PA

L’ex difensore del Manchester United ha commentato l’atteggiamento della Roma nel match con il Liverpool, addossando tutte le colpe a Di Francesco

Eusebio Di Francesco ha cercato di dare morale alla sua Roma dopo la sconfitta in quel di Liverpool, al ritorno serve una gara diversa
AFP PHOTO / Filippo MONTEFORTE

Il colpevole per la sconfitta della Roma a Liverpool è solo di una persona, cioè Eusebio Di Francesco. E’ questo il succo del discorso di Rio Ferdinand, ex difensore del Manchester United oggi commentatore televisivo. L’inglese ha analizzato la partita di Anfield, denigrando senza mezzi termini le scelte dell’allenatore italiano, colpevole secondo Ferdinand di essersi consegnato nelle mani di Salah e compagni senza abbozzare la minima reazione. Queste le sue parole ai microfoni di BT Sport:

“Credo sia ridicolo il modo in cui la Roma si è presentata ad Anfield Road. Come è stata schierata? Sembravano tattiche scolastiche! Forse Di Francesco non ha avuto tempo di vedere le partite del Liverpool di questa stagione, come portano il pressing e verticalizzano. Non c’è mai stata pressione sulla palla da parte dei giocatori della Roma, i difensori sono lenti e hanno sofferto sempre. In pratica Di Francesco si è consegnato al Liverpool, si è messo completamente nelle loro mani. Ha grandissime responsabilità per quanto successo stasera, poche volte capita di addossare tutte le colpe a un allenatore per una prestazione insufficiente di una squadra. Oggi ha letteralmente abbandonato i suoi giocatori per come li ha schierati”.