Palermo, 23 apr. (AdnKronos) – “Quello che conta è il presidio del territorio, ma anche la partecipazione dei cittadini è fondamentale per la comunicazione degli eventi. Con le squadre a terra e con le attività di avvistamento degli incendi”. Così, Angelo Borrelli, capo della Protezione civile, a Palermo dove ha incontrato il Governatore e i rappresentanti di Forestali e Vigili del fuoco per un piano di prevenzione contro gli incendi. L’anno scorso sono andati in fumo oltre 50 mila ettari di verde boschivo in Sicilia.
“L’attiività di prevenzione parte con l’emanazione di un bollettino di suscettibilità degli incendi boschivi, su base nazionale, individuando le zone a più elevato rischio incendio – dice Borrelli – sulla base di questo le regioni si organizzano e schierano anche le squadre sul territorio per essere pronti a intervenire tempestivamente. L’anno scorso in Sardegna una gestione virtuosa, del fenomeno degli incendi boschivi, ecco perché è fondamentale questo tipo di attività”.