Roma, 26 apr. (AdnKronos) – “Io sono per rispondere no all’offerta di Di Maio. Quello che c’è sul tavolo sia più che sufficiente per rispondere. Sia chiaro, i dieci punti dei Cinque Stelle saranno anche di buon senso. Ma loro sono per abolire il Jobs act? Bene, noi no. Loro sono per l’abolizione della riforma Fornero? Noi no”. Così Sandro Gozi, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega agli Affari europei, commenta in una intervista al Corriere della Sera l’offerta di governo di Di Maio.
“Governare vuol dire risolvere gli imprevisti che si palesano sul tuo cammino quando meno te l’aspetti – prosegue – Se ci fosse una crisi europea, di quelle che ora non si possono mettere in conto, che cosa facciamo? Chiediamo aiuto alla piattaforma Rousseau? Suvvia, non si può fare”. Per Gozi, inoltre, “sull’offerta di Di Maio forse Martina ha accelerato troppo. Ha fatto una fuga in avanti, si è sbilanciato. Proprio per questo è necessaria una verifica in Direzione nazionale che faccia chiarezza, una volta per tutte, sulla posizione ufficiale del Partito democratico”.