Eduard Grosu

Eduard Grosu amareggiato per il terzo posto ottenuto nella prima tappa del Giro di Croazia vinta da Niccolò Bonifazio della Bahrain Merida

Eduard GrosuInizia con un terzo posto il Giro di Croazia per il team NIPPO Vini Fantini Europa Ovini. Il velocista Eduard Grosu, dopo il secondo posto in una tappa al Tour de la Provence e buoni piazzamenti nella Tirreno Adriatico, conquista la terza posizione nella giornata inaugurale del Giro di Croazia al termine di una volata corsa in rimonta per il corridore. Buona la prestazione di tutto il team Italo-Giapponese che ha permesso al velocista #OrangeBlue di correre sempre nelle prime posizioni e potersi giocare la vittoria di giornata. Sotto una pioggia battente si è disputata la frazione inaugurale del Giro di Croazia, con un percorso di ben 227 chilometri che da Osijek giungeva a Koprivnica. Si era parlato alla vigilia di una tappa dedicata alle ruote veloci dei team in gara e cosi è stato. La gara è stata caratterizzata fin dai primissimi km dalla fuga, che ha visto coinvolti 4 corridori. Le squadre all’inseguimento hanno costantemente monitorato il gruppo dei fuggitivi, andando a riprendere gli ultimi 2 atleti rimasti in testa al gruppo ai meno 15 chilometri alla conclusione. Negli ultimi km le squadre si son organizzate portando i propri velocisti a giocarsi la vittoria di tappa. Eduard Grosu, in rimonta dopo aver perso alcune posizioni nell’ultimo km decisivo, riesce a raggiungere la terza posizione, alle spalle di Nicolò Bonifazio (Bahrain Merida) e Andrea Guardini (Bardiani CSF). Eduard Grosu è soddisfatto del risultato ottenuto e per come la squadra ha lavorato, ma amareggiato per non aver trovato la vittoria:

“è stata una tappa molto simile a quella dello corso anno, caratterizzata ancora una volta dalla pioggia e dal maltempo. I miei compagni di squadra han fatto un ottimo lavoro per portarmi nelle prime posizioni e per permettermi di giocarmi fino alla fine la vittoria di giornata. Il finale è stato un pò confusionario, e sono amareggiato per aver perso l’attimo quando mancavano 800 metri dal traguardo. Aver perso alcune posizioni prima di sprintare mi ha portato a fare una volata in rimonta. Avrei voluto vincere oggi, ma sono convinto che questa è la strada giusta per ottenere il successo nei prossimi giorni. Già nella tappa di domani darò il massimo per ottenere la vittoria.”

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE