(AdnKronos) – Preparare la successione, sottolinea De Benedetti, “ha comportato un lavoro di almeno sei mesi”; e poi, all’individuazione di Laura Cioli come nuova ad, “siamo arrivati assieme io, mio fratello Rodolfo e la stessa Monica che da amministratore delegato di Cir e vicepresidente di Gedi sarà ancora più partecipe delle scelte aziendali”.
De Benedetti quindi assicura: “Abbiamo rafforzato la squadra, cercando nuove energie per affrontare un mondo i cui cambiamenti stanno avendo un’accelerazione straordinaria”. E “l’impegno della mia famiglia, di Cir e Exor è totale. Credo – conclude – che il mio ruolo, quello di John Elkann e di Monica Mondardini possano essere il supporto ideale per il lavoro che a Laura Cioli abbiamo chiesto di portare avanti”.