Sarri
Sarri - AFP/LaPresse

Napoli alle prese con un rush finale di campionato che potrebbe valere lo scudetto, la società si è mossa per garantire la contemporaneità nelle ultime giornate

La corsa scudetto si accende. Dopo la vittoria del Napoli in casa della Juventus, vivremo le ultime 4 giornate di campionato in maniera a dir poco intensa. Con un solo punto di vantaggio in favore dei bianconeri, potrebbe succedere davvero di tutto, dunque nulla va lasciato al caso. E’ quanto fatto dal patron partenopeo De Laurentiis, che nelle scorse ore ha deciso di curare ogni dettaglio per quanto concerne il rush finale di campionato, avanzando una richiesta alla Lega Calcio in vista delle ultime due giornate. Il Napoli chiede di giocare le ultime due giornate in contemporanea con la Juventus, a differenza di quando dice l’attuale regolamento che prevede che solo l’ultima di Serie A si giochi in assoluta contemporaneità. Il motivo? La penultima giornata sarà delicatissima per entrambe. La Juve giocherà con la Roma, il Napoli invece a Marassi contro la Sampdoria. Da regolamento le due pretendenti al titolo potrebbero anche giocare in giorni differenti, i partenopei vorrebbero evitare che ciò accada.

Maurizio Sarri intanto, cerca di fare il pompiere per il suo Napoli. Dopo il ritorno da Torino, con la festa a contatto con i tifosi, c’è il rischio che la squadra dia per conclusa una rimonta che ancora deve essere compiuta. Troppa euforia non piace al tecnico ex Empoli, il quale, secondo quanto rivelato dal Mattino di Napoli, ha mandato un messaggio chiaro ai suoi uomini: “Non era impossibile prima, ma questo non significa che adesso è tutto divenuto possibile e facile. Non dobbiamo perdere di vista l’obiettivo, dobbiamo restare concentrati perché è ancora durissima“. Abbastanza chiaro Sarri.