Palermo, 24 apr. (AdnKronos) – La Procura della Repubblica di Gela ha richiesto ed ottenuto dal GIP presso il Tribunale un decreto di sequestro preventivo dell’edificio cimiteriale ubicato nel cimitero ‘Farello” di Gela, situato nell’area in concessione all’Associazione S. Giuseppe. L’indagine preliminare, allo stato, “ha accertato palesi criticità manutentive nonché igienico-sanitarie con potenziali pericoli per i visitatori legati alla caduta di vetri e calcinacci, nonché possibili inconvenienti dovuti alla fuoriuscita di reflui liquidi e gassosi causati dal processo di decomposizione”, spiega la Procura.
“L’azione è stata tempestiva in quanto intervenuta poco dopo la revoca del certificato di agibilità da parte del Comune di Gela; nonostante fosse intervenuta la suddetta revoca, l’edificio era ancora aperto alla libera fruizione dei visitatori, con evidente pericolo di gravi incidenti”, spiega ancora il Procuratore Fernando Asaro.