Roma, 27 apr. (AdnKronos) – Il soldi del prestito ponte i Commissari di Alitalia “li stanno usando con grande parsimonia. Attendo per maggio l’ultima verifica di cassa ma in quella precedente erano intatti”. Così il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda risponde ai tweet degli utenti. “Il prestito non era stato usato: 800 milioni in cassa e 100 in garanzia alla Iata”, spiega ancora il ministro.
A chi gli chiede dell’ennesimo rinvio su Alitalia, Calenda spiega che è stato deciso “perché gli acquirenti potenziali non vanno avanti nel negoziato finché non c’è un nuovo Governo. Perché le forze che hanno vinto le elezioni hanno dichiarato che la vogliono nazionalizzare. Ps non stai pagando nulla per ora. C’è solo un prestito al 10% di interesse”.
Comunque Calenda torna a ribadire parlando delle passate gestioni: “come noto a tutti considero Alitalia il caso più eclatante di sperperi di denaro pubblico della storia”.