Palermo, 26 apr. (AdnKronos) – La Procura di Agrigento ha emesso tredici avvisi di garanzia nell’ambito dell’indagine che ha portato al sequestro del depuratore di Lampedusa. Gli investigatori hanno scoperto che gli impianti non funzionavano come avrebbero dovuto e che l’inquinamento da batteri fecali era alle stelle. Sequestrati 600 tonnellate di materiali. Tra poco il Procuratore Luigi Patronaggio terrà una conferenza stampa.