• Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
/

Rohan Dennis vince la cronometro di San Benedetto del Tronto, ma a festeggiare è Kwiatkowski che si aggiudica la classifica generale della Tirreno-Adriatico

Rohan Dennis ha conquistato meritatamente la settima tappa della Tirreno-Adriatico. Il ciclista della BMC ha rispettato il pronostico e ha fermato il tempo a 11’14” battendo Jos Van Emden di 4″ e Castrovejo di 8″. Migliore italiano Gianni Moscon che ha chiuso in quinta posizione a 12 secondi da Dennis. Michal Kwiatkowski ha conquistato la maglia azzurra della Tirreno-Adriatico confermando di avere una grandissima gamba in vista della Milano-Sanremo. Ottimo risultato della BMC che ha trionfato sia nella cronometro a squadra che in quella individuale. Buone le prestazioni di Fabio Aru e Vincenzo Nibali con il capitano della Bahrain Merida che supera il sardo in classifica generale. Entrambi gli azzurri però hanno dimostrato di essere in salute e di aver una buona gamba. Rohan Dennis ai microfoni della Rai ha raccontato la sua gioia:

“ad essere onesto sono stato molto nervoso e sapevo delle attese su di me. Ma sapevo che potevo far bene in virtù del risultato dell’anno scorso. Chissà magari un giorno batterò il record di Cancellara! Beh è molto difficile vincere questa corsa, ma sfortunatamente non siamo riusciti a battere il Team Sky”. 

Ordine d’arrivo della settima tappa della Tirreno-Adriatico

1 Rohan Dennis (Aus) BMC Racing Team 11’14”;
2 Jos van Emden (Ned) LottoNL-Jumbo +4″;
3 Jonathan Castroviejo (Spa) Team Sky +8″;
4 Mads Pedersen (Den) Trek-Segafredo +8″;
5 Gianni Moscon (Ita) Team Sky +12″;
6 Michael Hepburn (Aus) Mitchelton-Scott +13″;
7 Jack Bauer (NZl) Mitchelton-Scott +13″;
8 Luke Durbridge (Aus) Mitchelton-Scott +17″;
9 Primoz Roglic (Slo) LottoNL-Jumbo +18″;
10 Vasil Kiryienka (Blr) Team Sky +18″;

Classifica finale della Tirreno-Adriatico

1 Michal Kwiatkowski (Pol) Team Sky 25h32’56”;
2 Damiano Caruso (Ita) BMC +24″;
3 Geraint Thomas (GBr) Team Sky +32″;
4 Adam Yates (GBr) Mitchelton-Scott +1’06”;
5 Mikel Landa (Spa) Movistar Team +1’10”;
6 Rigoberto Uran (Col) EF Education First-Drapac p/b Cannondale +1’13”;
7 Davide Formolo (Ita) Bora-Hansgrohe +1’15”;
8 Tiesj Benoot (Bel) Lotto Soudal +1’15”;
9 George Bennett (NZl) LottoNL-Jumbo +1’16 “;
10 Jaime Roson (Spa) Movistar +1’22”.