Pallavolo – Serie A2 Femminile: un Club Italia CRAI rimaneggiato cede a Orvieto

Club Italia CRAI sconfitto dalla Zambelli Orvieto nel match valido per la Serie A2 femminile di pallavolo

Non basta il cuore al Club Italia CRAI femminile per espugnare il campo della Zambelli Orvieto: pur rimaneggiata per l’assenza di Pietrini, la squadra azzurra lotta fino in fondo sul campo di una delle dirette rivali, ma deve arrendersi sul punteggio di 3-1. Dopo un primo set quasi perfetto (23-25) il Club Italia subisce la reazione avversaria nel secondo, ma nel terzo trascina Orvieto ai vantaggi annullando due set point e nel quarto sfiora la clamorosa rimonta dal 22-17, cedendo solo 25-23. Nella formazione di Massimo Bellano prima assoluta per la giovanissima diagonale composta da Sarah Cortella e Loveth Omoruyi, entrambe classe 2002; da segnalare i 5 muri-punto messi a segno dalla numero 9. Top scorer ancora Sylvia Nwakalor con 22 punti, bene anche Sarah Fahr con 11; tra le ultime ad alzare bandiera bianca Rachele Morello. Elena Pietrini è rimasta come detto a riposo per un problema muscolare; nei prossimi giorni saranno effettuati alcuni accertamenti precauzionali. Per la Zambelli da sottolineare l’ottima gara di Daniela Ginanneschi (18 punti con il 52% in attacco) e della centrale Mila Montani. Con questo risultato il Club Italia viene scavalcato in classifica proprio da Orvieto e da Collegno, scendendo al decimo posto. Il prossimo impegno azzurro sarà lunedì 2 aprile al Centro Pavesi contro la Savallese Millenium Brescia.

La cronaca:
Prima della partita, in mattinata, appuntamento speciale per il Club Italia: le giocatrici azzurre hanno incontrato brevemente le squadre Under 12 e Under 13 della Zambelli Orvieto, rispondendo a domande e curiosità delle giovani pallavoliste. Con Pietrini precauzionalmente a riposo, coach Bellano fa debuttare nel sestetto titolare Cortella, in diagonale con Omoruyi; confermato per il resto il sestetto vittorioso a Chieri. La Zambelli recupera Santini, schierata da opposto, e lascia inizialmente in panchina Aricò; le schiacciatrici sono Ginanneschi e Grigolo. La partenza è in salita per il Club Italia, che dopo pochi punti si ritrova sotto 6-3 per effetto degli attacchi di Ginanneschi e Santini. Le azzurre però non si fanno intimorire e si riavvicinano già sull’8-7 con Lubian, per poi andare al sorpasso con un ace sempre del capitano (9-10). Un errore di Grigolo regala il break del 12-14 e Cortella si fa sentire in attacco con il punto del 13-16. Orvieto si gioca i due time out, ma Lubian a muro sigla il 14-18 e Omoruyi allunga per il 15-21. Grigolo guida la rimonta delle padrone di casa fino al 19-22, poi Nwakalor interrompe la serie e un errore avversario concede il 20-24; la Zambelli (con l’aiuto di due errori azzurri) riesce ad annullare le prime tre chance, ma è ancora Nwakalor a mettere a terra il 23-25. Orvieto reagisce in avvio di secondo set, staccandosi sull’8-4 grazie alla battuta di Grigolo. Bellano inserisce Cortella e poi Tonello, ma il parziale si allunga fino al 13-4 (muro di Ginanneschi) malgrado i due time out azzurri. Lubian prova a risollevare il Club Italia con l’ace del 14-7, le padrone di casa però non si lasciano avvicinare e volano prima sul 17-8, poi sul 20-10, sempre con Grigolo. Finale in discesa per le umbre, che chiudono senza problemi 25-10. Il Club Italia dimostra di non subire il contraccolpo e parte bene nel terzo set, portandosi sul 2-4 e poi sul 3-6 con i muri di Nwakalor e Cortella; Orvieto però pareggia subito i conti con un ace di Grigolo. Comincia un lungo punto a punto (9-10) spezzato da altri due servizi della schiacciatrice veneta per il 15-12; le azzurre tornano subito in scia e ritrovano la parità con Omoruyi sul 16-16. Un muro di Nwakalor regala alle ospiti anche il break del 18-20, ma la Zambelli ribalta la situazione con la battuta di Ciarrocchi e i muri di Montani: 22-20. Le padrone di casa conservano il vantaggio e si procurano due set point con Grigolo; ad annularli ci pensano Cortella e la neoentrata Malual per il 24-24. Ai vantaggi però decidono Ginanneschi e un muro di Ciarrocchi.  Il quarto set si apre con un bel botta e risposta tra le due squadre, ma alla prima occasione è la solita Grigolo a piazzare il break del 6-4; Ginanneschi in attacco e a muro allunga per il 9-5 e Bellano reinserisce Mangani. Mio Bertolo, Grigolo e Ginanneschi si scatenano per la fuga del 14-7, il Club Italia risponde con Nwakalor e Omoruyi, che firmano il 15-11. Fahr riduce ulteriormente le distanze con il muro del 16-13, ma è ancora Ginanneschi a tenere saldamente avanti le umbre (19-14). Morello, tra le ultime ad arrendersi, con un gran turno di battuta guida le sue dal 22-17 al 22-20, e Nwakalor accorcia ancora per il 23-22. Montani conquista due match point, Nwakalor annulla il primo ma il mani-out di Ginanneschi decide la partita per il 25-23.

Il commento:
Massimo Bellano (all. Club Italia CRAI): “La nostra prestazione secondo me è stata deludente, perché abbiamo avuto poco coraggio e si è visto poco della nostra pallavolo. Mi piacerebbe lasciare a questo gruppo l’idea che quello che vogliamo dobbiamo andare a prendercelo con cattiveria e determinazione, invece oggi abbiamo aspettato le avversarie per tutta la partita. Peccato perché eravamo partiti bene, poi quel secondo set ha cambiato l’inerzia e abbiamo lasciato per strada dei punti che potevamo tranquillamente portare a casa”.

Zambelli Orvieto-Club Italia CRAI 3-1 (23-25, 25-10, 26-24, 25-23)
Zambelli Orvieto: Valpiani 3, Montani 15, Muzi, Aricò ne, Ciarrocchi 2, Santini 8, Ginanneschi 18, Grigolo 21, Rocchi (L), Zonta, Venturi (L) ne, Mio Bertolo 7. All. Solforati.
Club Italia CRAI: Fucka ne, Malual 1, Morello 2, Lubian 8, Cortella 4, Pietrini ne, Omoruyi 6, De Bortoli (L), Tonello (L), Turco ne, Fahr 11, Nwakalor 22, Mangani 1, Bulovic. All. Bellano.
Arbitri: Rossetti e Brancati.
Note: Spettatori 300 circa. Orvieto: battute vincenti 7, battute sbagliate 9, attacco 46%, ricezione 58%-32%, muri 10, errori 19. Club Italia: battute vincenti 3, battute sbagliate 12, attacco 36%, ricezione 49%-22%, muri 15, errori 25.