NBA – Gli Warriors snobbano Trump! Niente visita alla Casa Bianca: Durant porta tutti al Museo di Storia e Cultura Afroamericana

I Golden State Warriors, impegnati nella trasferta a Washington, hanno snobbato l’invito di Trump per far visita alla Casa Bianca, preferendo andare al Museo di Storia e Cultura Afroamericana

LaPresse/Reuters

Lo avevano ampiamente detto in passato, per bocca dei loro leader Curry e Durant come anche dell’allenatore Steve Kerr: i Golden State Warriors non avrebbero preso parte alla visita di rito alla Casa Bianca come campioni NBA. Il motivo è presto detto: troppa la divergenza di idee con le politiche, omofobe e razziste, messe in atto dal Presidente Trump. Gli Warriors hanno mantenuto fede a quanto annunciato. Impegnati a Washington per la trasferta contro i Wizards, i campioni NBA in carica non si sono presentati alla Casa Bianca (invito per altro ritirato da Trump stesso), preferendo fare una gita al Museo di Storia e Cultura Afroamericana. Gli Warriors si sono uniti ad una scolaresca di Seat Pleasant, nel Maryland, città di cui è originario Kevin Durant. KD in persona ha commentato così la vicenda:

“delusi per non essere andati alla Casa Bianca? Assolutamente. Ho imparato molte più cose, e fatto adeguate riflessioni, venendo qui, al museo, con quei ragazzi della mia città. Tutti dovrebbero vedere certe cose, e anch’io mi sono sentito come un bimbo che ha imparato qualcosa di nuovo”