NBA – Chris Paul a un passo dai Celtics e il ‘no’ di Doc Rivers: il retroscena che si intreccia con la lite Rondo-Allen

LaPresse/REUTERS

Nel nuovo libro di Ray Allen è contenuto un retroscena particolare che parla di Chris Paul, vicinissimo ai Celtics: protagonisti della vicenda Doc Rivers e Rajon Rondo

Il nuovo libro di Ray Allen “From the Outside: My Journey through Life and the Game I Love” è destinato a far discutere. In una parte del libro è contenuto un particolare passaggio che racconta di come Chris Paul sia stato vicinissimo a vestire la maglia dei Boston Celtics. Tutto nacque a causa del caratteraccio di Rajon Rondo, playmaker dei Celtics dell’epoca. Durante la serie in cui vedeva i Celtics sotto 2-0 contro gli Heat, coach Doc Rivers mostrò dei filmati ai suoi giocatori al fine di comprendere gli errori fatti sul parquet:

“fanculo i filmati”

Fu la risposta di Rajon Rondo che girò le spalle e mandò a quel paese l’allenatore. Doc Rivers perse le staffe e prese in seria considerazione l’idea di scambiarlo per Chris Paul (allora agli Hornets). Il coach dei Celtics però non andò fino in fondo, volendo evitare di fare uno sgarbo a Monty Williams (allenatore degli Hornets) che aveva allenato ai tempi di Orlando. La vicenda prese infine una piega clamorosa: Doc Rivers mise Rajon Rondo al centro del suo attacco e a farne le spese fu Allen. Al termine della sfida contro i Pacers della stagione 2011-2012, i due litigarano pesantemente al punto che Rondo minacciò il compagno urlandogli:

“farò sparire il tuo culo di qui quest’estate. Ho ancora 11 partite da giocare insieme a te, poi basta”

Come andò a finire è storia: Ray Allen firmò con gli Heat da free agent e vinse il titolo nella stagione successiva.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Mirko Spadaro (17474 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery