Da Gattuso al mercato, Mirabelli svela: “nell’uovo il rinnovo di Rino. Suso via? Se vorrà esercitare la clausola…”

SportFair

Presente alla tenuta ‘La Montina’ per un evento organizzato dal Milan, Massimiliano Mirabelli ha parlato del rinnovo di Gattuso, svelando come la trattativa sia ormai ai dettagli

Gattuso milan
LaPresse/Spada

Il rinnovo di Gattuso da trovare dentro l’uovo di Pasqua e un mercato estivo ancora tutto da approntare, pensando prima a questo rush finale che potrebbe regalare addirittura l’accesso in Champions. Il Milan si prepara alla sfida dell’Allianz Stadium, fortino della Juventus dove i rossoneri non hanno mai vinto. Ci proverà Gattuso a sfatare questo tabù, dal momento che risale proprio ai tempi di Rino l’ultima vittoria in casa dei bianconeri del Milan, trascinati da un gol dell’attuale allenatore rossonero. Il suo futuro sembra ormai legato a doppio filo con il club di Yonghong Li, il rinnovo infatti è prossimo ad essere ufficializzato come riferito da Mirabelli nel corso di un evento organizzato dal Milan:

“Il rinnovo di Gattuso sarà la sorpresa nell’uovo. Faremo tutto entro 3-4 giorni, stiamo già pianificando tutto con lui, dalla tournée al resto. Vogliamo aprire un ciclo e ci sono tutte le componenti per farlo. Gattuso è l’allenatore giusto per un Milan che aspira in futuro a tornare protagonista. È un tecnico giovane ma in certe cose già vecchio, riesce a capire delle dinamiche complesse. È già un allenatore importante e in futuro diventerà tra i top al mondo. La sua è una storia bellissima da calciatore e fra un po’ di anni ne racconteremo un’altra, altrettanto bella, da allenatore. Avevamo paura di bruciarlo, la situazione era complessa. Ma sapevamo della bravura di Rino a dispetto di chi non credeva in lui o di chi lo chiamava semplice traghettatore. Da noi mai avete sentito una cosa del genere. Gattuso ha qualità tecniche e umane che ancora deve mostrare nella sua completezza. Con lui allenatore e Fassone dirigente mi sento protetto da due fenomeni. Ora mi piacerebbe solo veder Rino lavorare dall’inizio. A chi somiglia? Solo a se stesso”.

Donnarumma
LaPresse/Spada

Mirabelli poi passa ad analizzare il mercato dei calciatori, partendo dalla posizione di Donnarumma, confermatissimo dal direttore sportivo del Milan:

“Donnarumma non si tocca, lo abbiamo detto più volte e lo ripeto. Quello che dice Raiola non lo ascolto, Gigio è tra i più forti al mondo e ce lo teniamo stretto. Vorremmo che anche Romagnoli stesse con noi per tanto tempo, ne stiamo parlando con il suo agente. E Conti sarà il primo acquisto della prossima stagione. Il discorso fatto per Gigio e Romagnoli vale anche per Bonaventura, ma ha un contratto fino al 2020 e non c’è urgenza. Il sudcoreano Ki dello Swansea? Parlare di mercato è prematuro. Suso? Vale per lui, come per tutti i giocatori del Milan: finché c’è la voglia condivisa di proseguire insieme nessuno si muove, se Jesus o qualcun altro non hanno più questo desiderio è giusto prendere in esame eventuali richieste. Se Suso vorrà esercitare la clausola vorrà dire che non desidererà più restare, altrimenti succederà il contrario, noi certo non lo mettiamo sul mercato. Depay? Ripeto, pensiamo alla Juve e a ripetere l’impresa che manca da quando nel loro stadio segnò proprio Rino. Di giocatori che desiderano venire al Milan ce ne sono tanti. Kalinic è un ragazzo straordinario e un attaccante di valore. Gattuso pretende che tutti i suoi uomini si allenino sempre al massimo. Nikola ha avuto qualche difficoltà ma sapete chi è il suo primo estimatore? Rino Gattuso”.