team sky 2011

Il presidente dell’UCI, David Lappartient, attacca il Team Sky sui fatti relativi al Giro del Delfinato

David Lappartient, il presidente dell’UCI, ha attaccato duramente i manager del Team Sky a causa del report uscito sulla presunta somministrazione di Triamcinolone da parte di Bradley Wiggins nel 2012. Il farmaco è un potente corticosteroide vietato dalla WADA e dall’UCI. Il britannico ha utilizzato questa sostanza grazie alla TUE (esenzioni terapeutiche consentite) al Giro del Delfinato 2011. Questa ennesima situazione getta ulteriori ombre all’interno Team Sky (immagine già compromessa per il caso doping che ha travolto Chris Froome nell’ultima edizione della Vuelta di Spagna). David Lappartient, il presidente dell’UCI, ha attaccato la squadra britannica:

“apriremo un’inchiesta su Sky per verificare tutti i punti del caso Wiggins. In questa storia ci sono ancora zone grigie. Ho letto che Shane Sutton ha chiesto a Wiggins di dire la verità. Ma questo cosa significa? Se tu usi le sostanze per migliorare le tue prestazioni, ciò è ingannare: una cosa inaccettabile per me e per la filosofia che abbiamo. Sky si è scusata, ha dichiarato di aver fatto qualche errore, però qui forse non si parla di errore ma di colpa: qualcosa di più organizzato. Chiederò alla Fondazione antidoping Uci di vedere se nel caso Wiggins ci siano violazioni delle regole antidoping. Voglio sapere che cosa c’era nel pacchetto che fu mandato a Wiggins al Definato 2011″.