Alexandre Kristoff
AFP/LaPresse

Rui Costa e Daniel Martin proveranno a vincere la classifica generale della Parigi-Nizza, la corsa a tappe francese in programma dal 4 all’11 marzo

L’alta qualità è la caratteristica principale della formazione dell’UAE Team Emirates che parteciperà alla Parigi-Nizza, gara World Tour in programma dal 4 all’11 marzo. I direttori sportivi Joxean Matxin (Spagna) e Philippe Mauduit (Francia), coadiuvati dal collega Simone Pedrazzini (Svizzera), conteranno su:

– Sven Erik Bystrøm (Norvegia)
– Rui Costa (Portogallo)
– Alexander Kristoff (Norvegia)
– Daniel Martin (Irlanda)
– Oliviero Troia (Italia)
– Rory Sutherland (Australia)
– Ben Swift (Regno Unito)

Queste le sono le prospettive di Daniel Martin, come riportato dal sito UAE Team Emirates:

“mi avvicino alla Parigi-Nizza con buone sensazioni. In Algarve ho vissuto giornate alterne, ma è stata comunque il modo migliore per mettere in moto le gambe e il corpo e per iniziare a lavorare con i miei nuovi compagni di squadra e con lo staff. La Parigi-Nizza è una delle corse più impegnative del calendario, non ci sono mai giorni semplici. Come accaduto nella scorsa edizione, ogni giorno si può perdere la corsa. Nelle prime tappe, il cattivo tempo e il vento potrebbero incidere parecchio. Al netto di questo, saranno la cronometro e l’arrivo in salita della 7ª tappa a segnare i distacchi in classifica generale: bisognerà arrivarci con molta concentrazione, avendo risparmiato le energie necessarie per utilizzarle al momento giusto. Il podio ottenuto l’anno scorso in Francia è stato il mio primo grande risultato in questa corsa, non avendo partecipato molte volte. Tornerò con obiettivi di classifica generale, sarà necessario non incorrere in problemi nei primi giorni e valutare poi la situazione dopo la cronometro”.

Alexander Kristoff ha spiegato:

“non ci saranno molte occasioni per arrivi in volata, il percorso sarà particolarmente impegnativo e insidioso quasi ogni giorno. Proverò a sfruttare ogni opportunità per proseguire il buon momento, con una forma in crescita e supportata dalle vittorie e dai piazzamenti ottenuti in Oman e ad Abu Dhabi. La Parigi-Nizza sarà soprattutto utilissima per rifinire la condizione in vista della Milano-Sanremo e delle Classiche del Belgio”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE