(AdnKronos) – ‘è giusta la battaglia della deroga agli aiuti di Stato per investire nei settori strategici, ma in questi anni – accusano Agea e Beghin – il governo doveva allentare la pressione fiscale e favorire assunzioni a condizioni sostenibili per le imprese e scoraggiare il deprecabile fenomeno della delocalizzazione”.
“L’impegno del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo è stato quello di difendere i diritti dei lavoratori, come dimostrano le vicende analoghe di Ast di Terni, Perugina e Almaviva, e quello di creare politiche fiscali armonizzate per scongiurare il pericolo delle delocalizzazioni. Non ci deve essere concorrenza sleale fra i partner europei. La proposta dal Movimento 5 Stelle di abbassare il costo del lavoro è l’unica strada per non perdere posti di lavoro e attrattività del sistema Paese. Il problema è strutturale e il governo deve mettere le aziende in condizione di restare e investire in Italia”, concludono le due europarlamentari M5S.