Simone Verdi rifiuta il trasferimento al Napoli: “avrei detto di no a qualsiasi squadra. Voglio restare a Bologna” - LaPresse/Massimo Paolone

Simone Verdi torna a parlare del ‘no’ al Napoli e racconta le sue verità: “quante falsità sulla mia ragazza, vi dico com’è andata”

bologna sampdoria
LaPresse/Massimo Paolone

Un ‘no’ che fa ancora rumore, a distanza di settimane. Il rifiuto di trasferirsi al Napoli da parte di Simone Verdi è stato uno dei colpi di scena del mercato invernale, con l’attaccante del Bologna che al Corriere della Sera torna a motivare il ‘no’ alla formazione allenta da De Laurentiis:

“Ho dovuto sentire tante falsità, cose brutte persino sulla mia famiglia e sulla mia fidanzata, che avrebbero interferito nella scelta. Poi ho sbagliato anch’io. Avrei dovuto intervenire subito per spiegare e calmare le acque: invece la mia riservatezza, che ritengo un pregio, ha peggiorato la situazione. L’offerta del Napoli poteva cambiare la mia carriera, lo so. Ma, dopo avere giocato già in sei squadre, a 25 anni qui ho trovato per la prima volta la mia casa calcistica. Sento di avere un progetto da condurre fino a giugno. Se ho avuto paura? Non è così. L’ambizione di un atleta è sempre giocare con grandi campioni. Ma ripeto: qui sono a casa”.