Tiro a volo – Fossa Olimpica: testa a testa tra Pezzaioli e Concaverde per la finale regionale

Fossa Olimpica Tiro Volo

In 320 al Concaverde per la finale regionale di fossa olimpica. Testa a testa tra Pezzaioli e Concaverde per il titolo di campioni d’inverno

Fossa Olimpica Tiro VoloNeppure le gelide raffiche del Burian hanno smorzato la passione degli intrepidi tiratori che, in 320, domenica 25 febbraio hanno disputato la finale del Campionato regionale invernale lombardo di Fossa Olimpica, di scena al Trap Concaverde di Lonato. Dopo otto tappe di qualificazione, si è giunti all’atto finale di uno dei campionati più avvincenti degli ultimi anni, che ha visto fronteggiarsi tanti campioni meritevoli di appuntarsi sul petto il titolo regionale e ottenere i pass per la finale nazionale dell’11 marzo. Ad aggiudicarsi la sfida tra società, alzando al cielo il quarto titolo consecutivo, è stato il Tav Pezzaioli (401+6). Le furie bianco-rosse monteclarensi hanno così calato il poker, reso ancora più prezioso dalla doppietta annuale ottenuta a livello societario nella Fossa Universale, vinta sempre a Lonato tre settimane fa.

Fossa Olimpica Tiro Volo«Mi complimento con tutti i tiratori che sono venuti da ogni parte della Lombardia per cercare di soffiarci il titolo – ha esultato il presidente Luigi Beatini – Purtroppo per loro e per fortuna nostra, anche quest’anno il titolo per società resta a Montichiari». La piazza d’onore è andata ai padroni di casa, le frecce verde-oro del Concaverde (397+2), capitanati dal coach Roberto Armani, che hanno chiuso alle spalle dei “cugini”, non considerando quelli di bonus, a soli 4 piattelli di distanza. «Siamo contenti perché abbiamo confermato l’argento dell’anno scorso e la squadra è in continua crescita – ha commentato Armani – Ora è tempo di scelte, perché dovremo preparare la squadra migliore per ottenere un piazzamento importante nella sfida per il tricolore».

Fossa Olimpica Tiro VoloIl terzo e quarto posto, entrambi utili per ottenere l’accesso alla finale nazionale, sono stato occupati dal Tav Bergamo (391+4) e dal vobarnese Tav Poggio dei Castagni (387). Saranno quindi tre le compagini bresciane a battagliare per il titolo nazionale al TAV Cascata delle Marmore di Acquasparta. Passiamo ora ai titoli individuali, dove a brillare, nella categoria Eccellenza, è stato il portacolori del Tav Il Campanile Marco Zani (72) impensierito solo, al termine della seconda serie, dall’asso del Pezzaioli Gianfranco Merigo (69), piazzatosi secondo. Terzo posto per il beniamino di casa Luciano Minelli (Concaverde), che ha fissato il risultato a 65 piattelli frantumati. Incerta ed emozionante fino all’ultima è stata, invece, la sfida tra i “Prima Categoria”, dove sono serviti sei piattelli di spareggio per permettere a Roberto Armani (70+6) di mettere il sigillo sul titolo contro Mirko Tumiatti (70+5) del Milano Trap e Giacomo Buffoli (70+2) del Valle Duppo. Il leader delle frecce verde-oro ha così bissato il successo ottenuto nella fossa universale e si presenterà all’appuntamento nazionale tra i migliori tiratori da battere. Calci di rigore anche per la Seconda categoria, con Franco Bruzza del Tav Accademia (69+3) d’oro davanti a Luca Signorelli (69+2) e Ugo Rovetta (68) e per la Terza Categoria, vinta al fotofinish da Italo Rubinelli del Poggio dei Castagni, con Federico Ravizza d’argento (65+0) e Francesco Costantino (64) di bronzo.

Fossa Olimpica Tiro VoloInfine, per quanto riguarda le qualifiche, sono stati nuovamente il Trap Pezzaioli e il Trap Concaverde a dividersi gli allori, con i sempre più promettenti Lorenzo Ferrari (Pezzaioli, 65+1), primo tra gli Juniores dopo lo spareggio con il compagno di squadra Flavio Pezzotti, e Rachele Amighetti (Concaverde), la migliore tra le Ladies con lo score di 65. Antonio Zema (66) del Tav Belvedere si è, invece, aggiudicato il titolo dei Master, mentre Ezio Gelpi (66+1) del Tav Bergamo quello dei Veterani. Nel paratrap, per finire, l’azzurro Emilio Poli (51) è salito sul gradino più alto del podio nella categoria SG-U e Angelo Pozzi (59) ha messo al collo l’oro per la categoria SG-L.

«Più invernale di così la finale non poteva essere – ha chiosato Ivan Carella, presidente del Trap Concaverde – Mi complimento con tutti gli atleti e rivolgo un ringraziamento particolare ai direttori di tiro, che hanno sfidato il freddo per permettere il corretto svolgimento della competizione. È stato un evento che ha chiuso nel migliore dei modi la stagione invernale e dà un grande impulso alla stagione agonistica che, tra poche settimane, entrerà nel vivo».

Classifiche:
Società: 1) Tav PEZZAIOLI (401+6); 2) Trap CONCAVERDE (397+2); 3) Tav BERGAMO (391+4)
Eccellenza: 1) Marco Zani (72); 2) Gianfranco Merigo (69); 3) Luciano Minelli (65)
Prima cat. : 1) Roberto Armani (70+6); 2) Mirko Tumiatti (70+5); 3) Giacomo Buffoli (70+2)
Seconda cat. : 1) Franco Bruzza (69+3); 2) Luca Signorelli (69+2); 3) Ugo Ravetta (68)
Terza cat. : 1) Italo Rubinelli (65+1); 2) Federico Ravizza (65+0); 3) Francesco Costantino (64)
Veterani: 1) Ezio Gelpi (66+1); 2) Fabrizio Governini (66+0); 3) Palmiro Menoni (64)
Master: 1) Antonio Zema (66); 2) Marco Vaccari (64+1); 3) Carlo Soffientini (64+0)
Lady: 1) Rachele Amighetti (65); 2) Tiziana Antonioli (62); 3) Edgarda Apollonio (50)
Junior: 1) Lorenzo Ferrari (65+1); 2) Flavio Pezzotti (65+0); 3) David Ragni (60+1)
Paratrap SG-S: 1) Emilio Poli (51+1); 2) Roberto Cucinotta (51+0); 3) Fernando Bulgheroni (50)
Paratrap SG-L: 1) Angelo Pozzi (59); Antonio Pesenti (53)

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (35648 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery